Ultimo aggiornamento: 25-07-2017 - 08:05
Martedì 25 Luglio 2017

Terapia del dolore: il 14 aprile convegno all'Hotel San Ranieri

12/04/2012

“Dottore, questa puntura è dolorosa? Questo esame mi provocherà dolore? Quanto durerà? Mi farete tanto male a ridurre la frattura?” A queste domande del paziente, in ambulatorio o in pronto soccorso, quanti si sono sentiti rispondere: “Sentirà un po’ di dolore ma stia tranquillo, in pochi minuti vedrà che sarà tutto finito”. Oggi risposte come questa, in un’epoca in cui si discute di appropriatezza e qualità delle prestazioni sanitarie, non sono più ammissibili, dal momento che esistono trattamenti specifici che, nella maggioranza dei casi, garantiscono un’adeguata analgesia con un ampio margine di sicurezza. La domanda, semmai, è: perché soffrire inutilmente? E la risposta sta tutta nel saper organizzare modelli specifici, attraverso collaborazioni multidisciplinari, già ampiamente codificati in altri paesi, in grado di curare il dolore e il disagio durante le procedure più delicate, anche attraverso la prevenzione. Serve quindi il contributo di tutti affinché non ci sia, in corsia e negli ambulatori, abuso di anestetici laddove non è necessario, ma non ci sia il dolore quando si può evitare.

Per offrire un contributo multidisciplinare su questi temi di grande rilevanza socio-sanitaria, il Comitato “Ospedale senza dolore” dell’Aoup organizza un convegno dal titolo “Analgesia e sedazione nelle procedure diagnostiche e terapeutiche”, in programma il 14 aprile all’Hotel San Ranieri (inizio, ore 8,30). Verranno affrontati i casi più emblematici, ossia il dolore in endoscopia digestiva (colonscopia e gastroscopia), in fibroscopia, urologia (biopsia prostatica), ginecologia (isteroscopia), ematologia (prelievo midollo, biopsie), con una finestra sulla ricerca scientifica e tecnologica nella riduzione del dolore indotto dalla procedura. Verranno analizzati alcuni casi, come la procedura robotica Endotics per la colonscopia indolore, verrà affrontato il problema dell’eliminazione del dolore nei bambini, del coinvolgimento del paziente nella scelta del trattamento, si proporrà un protocollo condiviso per la gestione del dolore nei reparti di emergenza-urgenza (traumatologia) per la riduzione di fratture e lussazioni, si parlerà di sicurezza nell’uso dei farmaci e delle biotecnologie. Quello che serve - in ospedali ad alta vocazione chirurgica come l’Aoup, dove esistono protocolli assodati per l’anestesia in sala operatoria ma anche un’elevata casistica di procedure diagnostiche complesse - è un approccio efficace per la gestione del dolore dell’adulto e del bambino anche negli ambulatori.

Obiettivo è garantire uno standard minimo di analgesia e sedazione, con protocolli condivisi per tutti quei casi in cui non effettuarla significa, molto spesso (vedi pazienti intolleranti alla colonscopia), dover interrompere l’esame e riprogrammarlo in sedazione, con costi e tempi raddoppiati. Mettere a punto protocolli condivisi può significare anche semplicemente utilizzare aghi o cannule più sottili, introdurre sondini dal naso anziché dalla bocca (nel caso della gastroscopia). Negli ultimi anni tanti progressi sono stati fatti per l’eliminazione del dolore inutile in ospedale, con protocolli di analgesia per i pazienti ricoverati, la creazione delle struttura di terapia antalgica, le cure palliative per i malati terminali ricoverati negli hospice o assistiti a domicilio, ma tanta strada resta ancora da fare. Anche perché la soglia del dolore è soggettiva ma compito primario del personale sanitario, medici e infermieri, è saper ascoltare il dolore riferito dal paziente e proporgli delle soluzioni. Scopo del convegno sarà quindi portare la luce in un campo per fortuna non più buio, ma che riserva ancora delle zone d’ombra su cui è necessario intervenire (edm).

Accade in città

Marenia Non solo mare

dal 17/06/2017 al 03/09/2017
Tutti gli appuntamenti sul litorale per l'estate 2017

Cinema estivo al Giardino Scotto

dal 17/07/2017 al 03/08/2017
La programmazione dal 17 luglio al 3 agosto

Alle Terme di Nerone con gli archeologi

dal 07/07/2017 al 28/07/2017
Visite guidate gratuite alla scoperta della Pisa romana

As light through fog

dal 14/07/2017 al 15/10/2017
L'installazione di Richard Nonas alla Chiesa della Spina

Ultime notizie da...