Ultimo aggiornamento: 01-09-2014 - 23:53
Martedì 2 Settembre 2014

Le associazioni partecipano al bando per la gestione della Leopolda

16/04/2012

Le associazioni aderenti alla Casa della Città Leopolda hanno esaminato in occasione di due assemblee generali il bando di gara per l’assegnazione degli spazi della Leopolda pubblicato dal Comune di Pisa. Si è sviluppata una discussione articolata, durante la quale ogni associazione ha potuto esprimere il proprio punto di vista, spesso critico, sulle condizioni poste dal bando e sulle problematiche oggettive, determinate in primo luogo dalle rigidità della normativa vigente in materia di assegnazione di spazi pubblici con finalità culturali o sociali, della quale è stata auspicata una radicale modifica. Nonostante la presenza di dubbi e perplessità sul meccanismo del contributo, sulla scelta di limitare la partecipazione alle associazioni con sede nel territorio comunale e sulla conferma del frazionamento della struttura (decisione già stigmatizzata in un’assemblea del 15 dicembre 2011 in cui tutte le associazioni presenti riconobbero l’importanza di difendere e rafforzare all’interno e all’esterno il carattere e il progetto unitario della Leopolda con il rifiuto della logica dello smembramento) e su altri aspetti non secondari, le associazioni della Casa della Città Leopolda hanno stabilito, a grande maggioranza, di partecipare al bando attraverso una proposta unitaria, consapevoli che difficilmente ci saranno altre occasioni e che il valore di ciò che hanno costruito non merita di essere disperso. La partecipazione al bando è stata piuttosto considerata come uno strumento per favorire la riapertura al dialogo e al confronto, che possa anche prevedere modifiche che riportino la Leopolda al progetto originario, ritenuto a distanza di anni ancora pienamente valido.
 
Fin dalla sua apertura la Leopolda si è qualificata come uno spazio aperto, ricco di attività, a disposizione dei cittadini, delle associazioni, delle istituzioni e di tutti coloro che intendono organizzare attività e iniziative in un ambiente curato e accogliente. Grazie al positivo lavoro svolto nel corso degli anni, è diventata uno dei poli principali della vita cittadina, offrendo un contributo qualificato al rafforzamento del tessuto sociale e alla crescita democratica della città di Pisa. Gli spazi della Leopolda sono quotidianamente frequentati da un numero crescente di cittadini di ogni età che partecipano alle numerose attività, dai grandi eventi all’intenso programma di convegni, riunioni, spettacoli, laboratori, giochi e attività ludiche che animano la struttura e che hanno una valenza sovra comunale.
 
La scelta, confermata nel nuovo bando, di affidare la gestione della struttura ad un’associazione di associazioni è stata letta in continuità con il percorso avviato nel 1994, quando l’impegno di un ampio gruppo di associazioni cittadine consentì di individuare e ottenere i finanziamenti per convertire gli spazi del vecchio mercato ortofrutticolo in centro culturale e sociale a servizio dell’intera cittadinanza. In questa prospettiva la storia della Leopolda non può essere considerata il risultato di decisioni verticistiche, ma il frutto di un processo condiviso, partito dal basso e costantemente aperto a nuovi aggiornamenti e contributi. La stessa costituzione dell’Associazione di secondo livello Casa della Città Leopolda, avvenuta nel 1999, ha permesso di raccogliere in un soggetto unitario tutte le realtà coinvolte nel progetto, attraverso un investimento sulla capacità delle associazioni cittadine di assumere la responsabilità della gestione di una risorsa pubblica. La Casa della Città Leopolda si è successivamente allargata con l’ingresso di numerose altre associazioni con diverso orientamento culturale e variegate aree di interesse, confermando così il proprio profilo plurale e democratico. Il carattere aperto della Leopolda sarà mantenuto anche in futuro attraverso la costruzione di ulteriori rapporti di collaborazione con tutte le realtà interessate a partecipare, nell’intento di risolvere eventuali contrapposizioni e favorire il lavoro comune di associazioni, cittadini e istituzioni.
 
In merito ai contenuti del bando, la scelta di stabilire in sette anni la durata della prossima concessione consentirà di definire, indipendentemente dal soggetto che risulterà vincitore, una programmazione a lungo termine e sviluppare le potenzialità progettuali ancora inespresse, uscendo da una situazione di oggettiva difficoltà determinata dal prolungato regime di proroga della precedente convenzione. La futura istituzione di un organismo di confronto con il Comune di Pisa potrebbe inoltre rappresentare l’occasione per definire, nel rispetto della reciproca autonomia, un rapporto di collaborazione alla pari, valorizzare il contributo delle associazioni e affrontare collegialmente le possibili problematiche gestionali, superando il rapporto, per sua natura disomogeneo, con i singoli uffici.
 
Per quanto riguarda gli aspetti economici, la Casa della Città Leopolda, nel caso si aggiudicasse il bando, si assumerà il compito di continuare a reperire le risorse necessarie per la copertura dei costi di gestione senza pesare sulle singole associazioni, che potranno continuare ad utilizzare gli spazi gratuitamente o a condizioni di assoluto favore. Le risorse saranno individuate in primo luogo attraverso l’organizzazione degli eventi e delle attività culturali e sociali che costituiscono la funzione propria della Leopolda, puntando sul coinvolgimento e sulle capacità progettuali delle associazioni che hanno reso la Leopolda un’esperienza virtuosa, considerata da numerose amministrazioni pubbliche italiane un esempio positivo nella gestione partecipata di beni pubblici.
 
Seguono le sigle di 64 associazioni
 
Accademia dei Disuniti
ACLI
AEGEE
AIART
Amnesty International
ANFFAS
ARCI
Arcigay Pisa
ARIGRAF
Associazione Afasici Toscana
Associazione Arcadia
Associazione Archeosofica
Associazione Arte Donna
Associazione Attuttambiente
Associazione BabyConsumers
Associazione Camarilla Italia
Associazione Creatori di Divertimento
Associazione Culturale Calabrese Esperia
Associazione Culturale Compagnia La Tartaruga
Associazione Culturale Italo Giapponese - Mirai
Associazione Culturale Italo Tedesca
Associazione Culturale Kinzica Patch
Associazione Culturale Sarda “Grazia Deledda”
Associazione Ditangointango
Associazione Famiglia & Famiglia
Associazione Gidierre.net
Associazione GioArt
Associazione Il Gabbiano
Associazione Il Pellicano
Associazione Intercultura ONLUS
Associazione L’Alba
Associazione L’angolo dell’avventura
Associazione La Girandola
Associazione La Tana dei Goblin
Associazione Leop’Art
Associazione Lucani a Pisa
Associazione Maya
Associazione NeuroCare ONLUS
Associazione Nutria Lab
Associazione Quelli del Taxi
Associazione Razza Bastarda
Associazione Salus
Associazione Teatro del Tè
AUSER Volontariato Territoriale Pisa
Azione Cattolica Italiana
Centro Culturale Il Portone
Centro Culturale S. Ranieri
Centro Italiano Femminile
Centro Sportivo Educativo Nazionale
Circolo Culturale Cav. IdeArte
Circolo Pisano della Società di Danza
Club Alpino Italiano
Club Dance
Croce Rossa Italiana
CSI
Gruppo di Studio Squigle
Gruppo Internazionale di Lettura
Parrocchia di S. Marco alle Cappelle
Società Filarmonica Pisana
Società S. Vincenzo de’ Paoli
Società Storica Pisana
UISP
Uni.De.A.
UNICEF Comitato Provinciale di Pisa
 
Associazione “Casa della Città Leopolda”
Piazza Guerrazzi, 56125 Pisa, Ph +39.050.21531, Fax +39.050.2207886, info@leopolda.it

Accade in città

Metarock Festival 2014

dal 04/09/2014 al 07/09/2014
Sul palco Caparezza, Zen Circus, Bandabardò e Afterhours

La Liberazione di San Giuliano

il 02/09/2014
Le cerimonie del 2 settembre

Bach, Myaskovsky e Piazzola nella chiesa di Sant'Anna

il 02/09/2014
Corcerto con Giuseppe Cecchin e Angela Aloi

Inaudita

dal 04/09/2014 al 07/09/2014
Festival Toscano di Musica Antica

Ultime notizie da...