A Salvatore Re il ‘German Design Award 2018’ per l’architettura

    A Salvatore Re il ‘German Design Award 2018’ per l’architettura

    Pisani premiati -

    SHARE

    Lo scorso 9 febbraio si è svolta a Francoforte, la premiazione del prestigioso “German Design Award 2018“, il premio internazionale che il German Design Council, (ente fondato nel 1953 su iniziativa del Bundestag tedesco), assegna annualmente nei più svariati settori dell’innovazione che vanno dal design all’architettura, dall’interfaccia tra macchine e umani fino all’energia, per un totale di circa cinquanta settori di di eccellenza. Per la categoria “Excellent Comunication Design – Achitecture“, quest’anno il premio è stato assegnato all’edificio “La Dogana d’acqua” progettato dall’architetto Salvatore Re, titolare della società di progettazione, Leonardo srl con sede a Pisa.

    “La Dogana d’acqua” è un progetto per la ricostruzione sulle vie d’acqua, di un edificio costruito negli anni Trenta dell’Ottocento, ordinato dal Granduca Leopoldo II di Toscana e distrutto dai bombardamenti dell’ultima guerra.  Il progetto prevedeva la ricostruzione della “Nuova Dogana d’Acqua” a cavallo dei due canali navigabili sottostanti dotati di volte, mantenendo la memoria del vecchio edificio con una innovazione di Design comunicativo per illustrare il percorso storico dell’oggetto. Nella motivazione della premiazione si legge infatti: “Un nuovo modo di esprimere il concetto di un edificio storico. Un edificio leggero concepito come una sorta di teca in vetro sulla cui superficie esterna è stata rappresentata la stampa serigrafica con architettura digitale passata. In questo modo, è stato possibile ricostruire l’edificio antico solo riproducendo, con materiali diversi, la forma e le dimensioni originali nella stessa posizione in cui era prima della sua demolizione, nessuna storia falsa ma restauro contemporaneo.” Realizzato con una struttura portante in acciaio, L’edificio è caratterizzato da un sistema di facciate esterne a “doppia pelle ibrida”: quella interna realizzata con pareti “a secco” ed infissi, mentre quella esterna è costituita da una parete interamente vetrata, sulla cui superficie è stata serigrafata la facciata dell’edifico ottocentesco.  L’immagine del vecchio e del nuovo sono contemporaneamente presenti, la sintesi storica dell’evoluzione del fabbricato è immediatamente percepibile da chi si trova a transitare nei pressi del porto di Livorno.

    Alla premiazione ha partecipato direttamente l’architetto Salvatore Re che ha quindi portato la Toscana ai vertici dell’eccellenza mondiale quale questo premio rappresenta.
    Un architetto pisano (anche se nato a Livorno) e un progetto di architettura realizzato a Livorno. Una bella sintesi che fa capire come sia possibile lavorare bene e che quando ciò viene fatto, arrivano i giusti riconoscimenti. Infatti, la selezione, su invito del German Design Council, prevede l’esame di migliaia di progetti, nei diversi e numerosi settori provenienti da 43 paesi, in gara ottenere l’ambito riconoscimento

    dogana 2480x1748

    SHARE