Buoni scuola per le famiglie: come chiederli

    Buoni scuola per le famiglie: come chiederli

    Comune di Vicopisano -

    SHARE

     

    L’avviso è finalizzato a sostenere i cittadini italiani e dell’Unione Europea, i familiari di cittadini dell’UE in possesso di carta di soggiorno, i titolari dello status di rifugiati, di protezione sussidiaria, stranieri in possesso dei requisiti previsti dall’art.41 del d.lgs. 286/1998, nella frequenza delle scuole dell’infanzia paritarie private (3-6 anni) , attraverso progetti finalizzati all’assegnazione di buoni scuola, da utilizzarsi per l’anno scolastico 2017/2018 (settembre 2017-giugno 2018) a parziale o totale copertura delle spese sostenute per la frequenza delle scuole di infanzia paritarie convenzionate con l’Amministrazione Comunale.

    I buoni scuola sono finalizzati alla riduzione del costo sostenuto dai soggetti beneficiari per la frequenza delle scuole dell’infanzia paritarie private di Vicopisano e sono commisurati al valore dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) 2017 per minorenni. La misura definitiva del buono scuola da attribuire ai richiedenti sarà determinata dall’Amministrazione Comunale, successivamente alla comunicazione del budget assegnato al Comune di Vicopisano da parte della Regione Toscana.  Il beneficio dei buoni scuola sarà riconosciuto attrvaerso una riduzione del costo sostenuto dalle famiglie per le rette applicate dai gestori delle scuole dell’infanzia paritarie private. Non sono soggette a rimborso le spese di iscrizione e di refezione scolastica. Il contributo regionale sarà assegnato al Comuni che, a sua volta, lo erogherà ai soggetti titolari o gestori delle scuole d’infanzia paritarie private per l’importo pari ai buoni scuola riconosciuti. L’erogazione delle risorse ai soggetti titolari e/o gestori avverrà solo dopo l’assegnazione al Comune di Vicopisano delle risorse da parte della Regione. Condizione essenziale per il riconoscimento dei buoni scuola sarà l’adesione della scuola dell’infanzia paritaria privata alla sottoscrizione di apposita convenzione con l’amministrazione comunale, come indicato dalla Regione.

    La manifestazione d’interesse, compilata sull’apposito modulo scaricabile anche su www.viconet.it, sottoscritta da un genitore/tutore del bambino, dovrà essere presentata entro e non oltre le ore 13 del 10 ottobre all’Ufficio relazioni con il Pubblico, dal lunedì al venerdì ore 8.30-13 e il giovedì ore 15-17.30 anche mediante fax (050/796540) o mediante PEC (comune.vicopisano@postacert.toscana.it e completata con copia del documento d’identità in corso di validità del richiedente. Le domande pervenute dopo la scadenza o incomplete saranno considerate non ammissibili e non saranno valutate. Per qualsiasi informazione riguardante l’avviso pubblico e i buoni scuola suddetti (disponibile anche su www.viconet.it) è possibile rivolgersi all’Ufficio Scuola e Sociale (050/796504-62, nardi@comune.vicopisano.pi.it e maurelli@comune.vicopisano.pi.it) e all’URP (050/796511, protocollo@comune.vicopisano.pi.it).

    SHARE