Controlli in città: furto sventato, arrestato spacciatore e una denuncia per ricettazione

    Controlli in città: furto sventato, arrestato spacciatore e una denuncia per ricettazione

    Polizia di Stato -

    SHARE

    Nelle date del 11,12 e 13 settembre la Polizia di Stato di Pisa ha svolto un imponente servizio straordinario di controllo del territorio con la partecipazione delle Volanti della Questura, pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine di Firenze, unità cinofile antidroga della Polizia di Stato, pattuglie della Polizia stradale di Pisa, coordinate da una copertura aerea assicurata da un elicottero dell’VIII Reparto Volo di Firenze. Tali servizi hanno interessato le aree urbane del comune di Pisa e le vie di accesso alla città, con particolare riguardo alla Stazione Centrale, piazza Bolelli, piazza delle Vettovaglie, Putignano ed Ospedaletto con la precipua finalità di contrastare i fenomeni dello traffico delle sostanze stupefacenti e di prevenire i furti all’interno delle abitazioni e degli esercizi commerciali. Nell’ambito del servizio sono state effettuate numerose perquisizioni personali e veicolari.
    Nell’ambito dei richiamati servizi, gli uomini della Squadra Volante hanno fermato, durante un furto in atto, una batteria di topi d’appartamento di nazionalità georgiana, mentre erano sul punto, in via Fiorentina, di perpetrare un furto di pneumatici all’interno di un parcheggio adibito ad autorimessa. Gli agenti, mentre pattugliavano la zona, sono stati attirati dai rumori sospetti che provenivano dall’area in questione. Piombati sul posto hanno notato la presenza di tre vetture sospette con targa francese con alcuni uomini che, scesi dalle stesse, avevano iniziato a rubare alcuni pneumatici e a trasportarli verso le loro autovetture. I poliziotti sono riusciti a interrompere l’azione delittuosa, fermando un componente della banda, una cittadina georgiana, mentre gli atri complici riuscivano a dileguarsi nella notte. La donna, alla guida di uno dei tre veicoli, è stata, nella circostanza, fermata e denunciata per ricettazione. Nel baule dell’autovettura guidata dalla donna è stata rinvenuta numerosa refurtiva, tra cui numerosi pezzi di argenteria e capi di abbigliamento griffati ancora muniti di etichetta, oltre ad un machete, per il possesso del quale la donna risponderà anche di porto abusivo d’arma. Le tre autovetture, tre Peugeot con targa francese, su cui viaggiavano i complici della donna, sono state tutte sottoposte a sequestro. La merce provento di furto è stata recuperata dalla Polizia di Stato, che nelle prossime ore provvederà a rintracciare i legittimi proprietari per la restituzione del maltolto. Anche l’intera area di piazza della Stazione è stata messa a setaccio dalla Polizia. Intorno alle ore 15 di ieri pomeriggio, gli uomini della Squadra Volante e del Reparto Prevenzione Crimine di Firenze hanno fermato e tratto in arresto un nigeriano di 35 anni mentre, in una traversa di via Mascagni, stava confezionando numerosi dosi di sostanza stupefacente. Gli agenti sono intervenuti, bloccandolo prima che procedesse alla cessione della sostanza a un cliente lì presente. Allo spacciatore sono state sequestrate 20 dosi di sostanza stupefacente tra hashish e marijuana. Questa mattina, il giudice ha convalidato l’arresto del senegalese e rimesso in libertà il medesimo, sottoponendolo all’obbligo di firma. Sempre nell’ambito del medesimo servizio, è stato denunciato per detenzione con finalità di spaccio un cittadino tunisino in possesso di alcuni grammi di sostanza stupefacente. Numerosi i soggetti controllati, tra cui 10 cittadini stranieri, due dei quali sono stati espulsi. Durante il servizio di oggi 13 settembre si è avuta l’ennesima prova del coordinamento e della sinergia tra i vari Uffici e Reparti della Polizia impegnati nei servizi, allorquando Agenti della Polizia Stradale di pisa, durante un posto di blocco effettuato insieme ai cinofili della Polizia con il cane Kora, di anni sei, fermavano un cittadino tunisino in via Emilia, privo di patente ed assicurazione; Kora riusciva a fiutare lo stupefacente, ben nascosto all’interno del motorino e la successiva perquisizione, effettuata a casa dello straniero dalla Polizia Stradale insieme alla Squadra Mobile chiamata in ausilio, consentiva di rinvenire altra sostanza stupefacente sufficiente a qualificare il reato di detenzione a fini id spaccio e a permettere l’arresto del Tunisino, oltre che, ovviamente al sequestro del motorino da lui usato. In questi servizi sono state identificate 130 persone e più di 500 veicoli utilizzando anche il nuovo sistema “Mercurio” che, tramite una telecamera esterna dotata di zoom ottico permette la lettura in movimento delle targhe, riuscendo a risalire alle autovetture rubate o non in regola con il codice della strada.

    SHARE