Le indagini sulla morte di Jarmouni Ayoub

    Le indagini sulla morte di Jarmouni Ayoub

    Questura di Pisa -

    SHARE

    Malgrado l’evidenza lasciasse propendere per l’ipotesi che si trattasse di un decesso causato da eccessiva assunzione di droghe, gli investigatori della Squadra Mobile di Pisa, coordinati dal P.M. dottoressa Paola Rizzo, hanno approfondito gli accertamenti. Le indagini, confortate dai primi esami del medico legale e da un esame radiografico che ha evidenziato la presenza di un proiettile nel corpo del defunto, hanno permesso di stabilire che quello che sembrava essere un lieve graffio sul lato sinistro del collo, altro non era che il foro di entrata di una ogiva esplosa da un’arma di piccolo calibro. I danni causati dalla ferita, non lasciavano scampo a Jarmouni Ayoub, giovane diciannovenne di origini marocchine, incensurato e clandestino. In considerazione del luogo in cui è stato rinvenuto il cadavere e delle tracce di stupefacenti, gli inquirenti stanno scavando negli ambienti dello spaccio, non escludendo che possa trattarsi di un regolamento di conti fra bande rivali.

    SHARE