Nasconde la refurtiva nel passeggino vuoto: arrestata

    Nasconde la refurtiva nel passeggino vuoto: arrestata

    Questura di Pisa -

    SHARE

    Ieri pomeriggio, una cittadina rumena di 25 anni è stata tratta in arresto per il reato di furto aggravato. Intorno alle ore 16, la donna è entrata all’interno dell’OVS di Corso Italia con al seguito un passeggino vuoto con una culla di grandi dimensioni. Giunta all’interno dei camerini con un ingente quantitativo di capi di abbigliamento la ragazza avrebbe iniziato, confidando di non essere vista, a togliere le placchette antitaccheggio ad ogni singolo capo, per poi occultarlo con disinvoltura all’interno della culla. Terminata l’audace operazione, la donna si sarebbe allontanata verso l’uscita del grande magazzino conducendo il passeggino e, contemporaneamente, simulando effusioni d’affetto nei confronti di un ipotetico pargolo all’interno della culletta.  La scena, a dir poco singolare, non è sfuggita all’occhio attento di un addetto alla vigilanza del punto vendita che, poco persuaso dagli atteggiamenti materni della donna, ha subito contattato il 113.

    Immediatamente la Sala operativa della Questura ha mandato sul posto un equipaggio della Squadra Volante, già in zona per attività di prevenzione antirapina presso gli esercizi dell’asse commerciale Corso Italia e Borgo Stretto. Giunti sul posto, gli operatori hanno subito fermato la donna con la carrozzina in Corso Italia. I poliziotti hanno notato a colpo d’occhio che la culla era interamente coperta dal tettuccio a ventaglio e da una trapunta.
    La donna, che voleva apparire al cospetto degli agenti come una premurosa mamma, alla richiesta posta da questi ultimi di far vedere l’interno della culletta avrebbe risposto: “Dentro c’è il mio bambino, non ve lo posso far vedere, ho paura che prenda freddo!”

    Poco persuasi dalle motivazioni addotte dalla donna, gli agenti hanno proceduto a perquisizione e, una volta aperta la culletta, hanno constatato, senza eccessivo stupore, che all’interno non vi era un adorabile pargolo, ma una trentina di capi di abbigliamento trafugati poco prima nel negozio per un valore commerciale di ci circa 700 euro. La donna, con precedenti, è stata tratta in arresto per il reato di tentato furto aggravato. Il PM di turno ha disposto il trattenimento in camera di sicurezza della donna in attesa del rito direttissimo. Questa mattina è stata condannata alla pena di un anno di reclusione e 400 euro di multa a seguito di patteggiamento.

    L’attività quotidiana di prevenzione al crimine della Squadra Volante è proseguita nella notte. Durante un controllo notturno, la Polizia ha tratto in arresto un cittadino italiano per evasione.  Gli uomini della Squadra Volante hanno fermato l’uomo, un quarantenne di Carrara, evaso dagli arresti domiciliari nel proprio comune.  Il quarantenne è stato intercettato mentre percorreva a piedi il viale delle Cascine. Notato da una pattuglia è stato fermato e controllato. Dai terminali è risultata la pendenza a suo carico. Gli agenti lo hanno arrestato per il reato di evasione ed il PM di turno ha disposto il ripristino immediato della misura.

    SHARE