Il collegio dei Geometri dona un defibrillatore al “Santoni”

    Il collegio dei Geometri dona un defibrillatore al “Santoni”

    Collegio dei Geometri -

    SHARE

    Solidarietà e cura del risvolto sociale del proprio lavoro. È la filosofia che anima il Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Pisa. E non da oggi. Sabato 17 marzo è stato donato un defibrillatore all’Istituto Tecnico Superiore “E. Santoni” di Pisa. L’iniziativa, organizzata nell’àmbito del progetto “Chiamalo! Il geometra è di famiglia”, è stata possibile grazie alla collaborazione con il dottor Maurizio Cecchini, fondatore di “Cecchini Cuore onlus”, l’associazione che ormai da tempo si occupa di medicina d’urgenza installando defibrillatori a beneficio di associazioni, istituzioni e luoghi pubblici in tutta Italia.

    La consegna è avvenuta alla presenza del presidente Arrighi, del tesoriere Michele Mugnaini, del dottor Cecchini, del vicepresidente del consiglio nazionale dei geometri Antonio Benvenuti, e della presidente della commissione istruzione e cultura del Comune di Pisa Alessandra Mazziotti, oltre a quattro classi dell’istituto. Presenti, sempre per il collegio dei geometri di Pisa, anche il segretario geometra Steni Donati e il consigliere Stefano Del Gratta.

    Dopo la cerimonia di consegna, il dottor Cecchini si è messo a disposizione degli studenti per un corso dimostrativo di tre ore nell’auditorium dell’istituto. Il defibrillatore è stato fornito da Masino Defibrillatori Agency di Laura Masino.

    Giacomo Arrighi, presidente Collegio dei geometri di Pisa: «Si tratta di un’iniziativa che non resterà isolata, ma aprirà la strada a tante altre che intendiamo dedicare al territorio che amiamo e sul quale esercitiamo la nostra professione e la nostra professionalità. Due defibrillatori, in luoghi così affollati e di passaggio, possono salvare tante vite, e siamo contenti perché è una cosa concreta a beneficio della comunità, al di là delle sole parole, che pure sono importanti. Ringrazio tutti, dai colleghi geometri, al personale delle scuole, al dottor Cecchini per la grande disponibilità e la professionalità con cui ha curato e cura il progetto».

    Maurizio Cecchini, medico e presidente Cecchini Cuore Onlus: «Per salvare una vita basta un dito. Pisa ha la più alta percentuale di sopravvissuti in seguito ad arresto cardiaco, 11 su 18, quindi il 68%. In questi dieci anni di lavoro con l’associazione abbiamo installato circa 450 defibrillatori in tutta la provincia di Pisa, oltre che a proporre 420 corsi gratuiti formando 12 mila persone. Per le scuole è importantissimo avere un defibrillatore, anche se per legge non sarebbero tenute».

    Antonio Benvenuti, vicepresidente Consiglio nazionale geometri: «La categoria dei geometri si è sempre contraddistinta nell’aiutare chi ha bisogno. Si veda, tra le altre cose, il sostegno dato alla Protezione civile in ogni occasione nelle quali i geometri potevano dare il loro contributo, per esempio nei terremoti degli ultimi anni: abbiamo rilevato lo stato dei fabbricati contribuendo all’archiviazione dei dati. È un dovere della categoria professionale portare dei benefici nella società in cui opera: vale per l’Italia, vale per Pisa e Pontedera. I miei complimenti quindi al Collegio di Pisa – a cui peraltro sono iscritto – per i due progetti di donare un defibrillatore legati a ‘Chiamalo! Il geometra è di famiglia’. E un ringraziamento speciale al dottor Cecchini e alla sua associazione, oltre che a insegnanti e alunni».

    Alessandra Mazziotti, presidente commissione istruzione e cultura del Comune di Pisa: «Ormai abbiamo finito gli aggettivi per descrivere il lavoro della Cecchini Cuore onlus sul nostro territorio. Quasi 450 defibrillatori installati in dieci anni nella nostra provincia e tante vite salvate. ‘Grazie’ sarebbe riduttivo, ma è proprio questo sentimento di apprezzamento e di gratitudine che voglio esprimere a nome del Comune di Pisa. Sosterremo sempre chi vorrà mettersi a disposizione degli altri in maniera disinteressata, a partire dalle scuole e dai giovani. Grazie anche al Collegio dei geometri: avete confermato il vostro amore per il territorio e la vostra vocazione per il sociale».

    Il prossimo appuntamento è per sabato 7 aprile all’Itcg “Fermi” di Pontedera per la consegna di un secondo defibrillatore. Anche in quell’occasione il dottor Cecchini farà un corso dimostrativo agli studenti per il corretto utilizzo dello strumento.

    SHARE