A Calci lunedì sera 12 Luglio 2010

    A Calci lunedì sera 12 Luglio 2010

    Calci -

    In anteprima assoluta la magia dei Shakespeare's Sonnets

    SHARE

    Per il Certosa Festival una serata tra versi immortali, canto, musica e teatro

    Protagonisti il soprano Velntina Coladonato, il baritono Filippo Bettoschi, accompagnati al pianoforte da Claudio Proietti, anche autore del progetto artistico. Voce recitante Salvatore Ciulla.

     

    PISA. Secondo appuntamento con Certosa Festival, il cartellone estivo giunto alla sua 10^ edizione e organizzato grazie all’impegno congiunto di più realtà – il Comune di Calci, le direzioni dei due Musei della Certosa e Universitario di Storia Naturale e del Territorio, la Fondazione Teatro di Pisa, Multimedia produzioni, l’Associazione degli Amici dei Musei e la Fondazione Cerratelli.

    Lo scenario straordinario della monumentale Certosa di Calci questa volta si animerà delle atmosfere magiche di un autore fra i più popolari e amati: lunedì 12 luglio alle ore 21.30, infatti, il programma propone “SHAKESPEARE’S SONNETS DI MARIO CASTELNUOVO-TEDESCO”, in anteprima assoluta.

    Di Mario Castelnuovo-Tedesco, musicista fiorentino dalla personalità ricca e complessa, che ha musicato tutte le Songs presenti nei drammi shakespeariani conoscendo una discreta fortuna presso gli interpreti, del tutto dimenticata è invece rimasta un’altra fondamentale testimonianza dell’amore di Castelnuovo-Tedesco per il poeta inglese e cioè la raccolta dei Sonnets, composta in America, dove si trovava a causa delle leggi razziali fasciste, fra il 1944 e il 1947 e catalogata come op.125. Essa consta di 28 Sonetti, ai quali qualche anno più tardi (1963) l’autore ne aggiunse altri 4. L’opera è ancora allo stato di manoscritto, conservato, come molti altri documenti del compositore, negli Stati Uniti.

    Quella che se ne propone è dunque se non la prima esecuzione assoluta, certamente una prima “ripresa” dopo la morte del compositore. I motivi di interesse della proposta, anche a prescindere dalla figura di Castelnuovo-Tedesco, sono ovviamente legati ai sublimi e misteriosi testi shakespeariani i quali non hanno mai cessato di esercitare un grande fascino sul pubblico, oltretutto rilanciato, nell’ultima stagione, dalla lettura teatrale di Peter Brook e Robert Carsen.

    Il concerto a Calci costituirà dunque un’anteprima basata su un’ampia scelta degli Shakespeare’s Sonnets di Mario Castelnuovo-Tedesco. Le pagine saranno proposte con il contributo di due voci- una maschile di baritono e l’altra femminile di soprano- con l’intento di sottolineare la varietà del registro espressivo e il carattere sessualmente ambiguo dell’amore cantato dal poeta. Ne saranno protagonisti un affermato interprete della musica novecentesca, il pianista Claudio Proietti, che firma anche il progetto artistico, e due fra i più interessanti cantanti delle giovani generazioni, entrambi dotati di una rara e sottile sensibilità musicale che li rende ideali per il repertorio cameristico, il soprano Valentina Coladonato, ammirata recentemente nel ruolo di Adalgisa in Norma, e il baritono Filippo Bettoschi, che il pubblico pisano ricorderà, tra l’altro, nel ruolo di Ford in Falstaff. L’esecuzione sarà arricchita dalla lettura dei Sonetti shakespeariani da parte dell’attore e regista Salvatore Ciulla, direttore artistico di Certosa Festival.

    I biglietti (posto unico euro 10) sono in vendita alla Certosa di Calci la sera stessa dello spettacolo (apertura di biglietteria: ore 20.30 circa).

    Per maggiori informazioni: Comune di Calci tel 050939523, Certosa di Calci tel  050 938430, Teatro di Pisa tel.050 941111.

     

    SHARE