Corpus Mine

    Corpus Mine

    Gli artisti sfidano la miniera

    SHARE

    La mostra d’arte contemporanea realizzata con il patrocinio del Comune di Montecatini Val di Cecina, e curata da Ylenia Rose Testore va a reinterpretare i caratteri della Miniera attraverso sculture e installazioni di 10 artisti che hanno maturato ricerche ed esperienze sia in Italia che all’estero.  L'inaugurazione si terrà sabato 22 luglio alle ore 18. Oltre la mostra sono previsti alcuni eventi che si terranno il sabato sera all'interno del periodo di esposizione, 22 luglio-22 settembre.  L'opening della mostra Corpus Mine, alla presenza del curatore e degli artisti coinvolti, vedrà in particolare la realizzazione dell'opera di Vincenzo Fiore Marrese. Le due performance di danza e di musica contemporanea con la collaborazione di Atelier delle Arti e Chelo Zoppi e il flautista Stefano Agostini andranno a dialogare a livello spaziale oltre che concettuale con le installazioni di Corpus Mine. Infine Stornelli Infernali, performance teatrale ispirata all'inferno di Dante a cura di Teatro Trabagai. Il catalogo della mostra, che sarà presentato il 22 luglio, propone il testo critico della curatrice di Corpus Mine, Ylenia Rose Testore, la documentazione fotografica delle opere in situ realizzata da Francesco Levy, il contributo sulla miniera, di carattere storico, della Prof.ssa Cristiana Torti. Il catalogo è realizzato per Itinera da Enrico Costalli.

    Artisti: Riccardo Bargellini, Claudio Beorchia, Giovanni Bianchini, Alberta Iera & Chiara Paulon, Manuela Mancioppi, Vincenzo Fiore Marrese, Cecco Ragni, David Scognamiglio, Stefano Serretta, Paola Tassetti. Corpus Mine è una mostra di arte contemporanea che si basa sulla rilettura di un luogo, la Miniera, affascinante e misteriosa oggi, luogo di produzione e di lavoro allora. La materia, cuprum, veniva estratta in un processo ripetitivo e impulsivo, macchina-motore di una produzione industriale. La materia stessa è oggetto e soggetto delle opere degli artisti che rivivono e rimettono in moto gli spazi della Miniera, prende così forma il Corpo della Miniera. Ogni artista si è messo a confronto con gli spazi tramite interventi che ne accentuano la dimensione suggestiva e arcana, sapienti equilibri tra luce e ombra, leggerezza e pesantezza. Linguaggi espressivi diversi ma complementari che affrontano ciò che la Miniera trapela ridefinendo la percezione e suggerendo prospettive diverse da cui osservare lo spazio. Si riscrivono così nuovi confini e nuove visioni in una scrittura espositiva capace di produrre una narrativa che si sviluppa attraverso i vari interventi artistici. Il visitatore viene così accompagnato in un percorso legato alle vicende storiche della Miniera e in un’esperienza di rilettura attraverso le opere dei 10 artisti.

    La cooperativa Itinera di Livorno da anni operante in ambito toscano nel settore della cultura e della sua promozione, gestisce, per il secondo anno, il complesso della Miniera di Montecatini Val di Cecina. La storia del bellissimo borgo medievale di Montecatini Val di Cecina è legata alla miniera di rame rimasta attiva fino al 1907. Gli Etruschi furono i primi a sfruttare le abbondanti risorse naturali di questa zona e da questo sito minerario prese il nome una delle maggiori industrie del XX Secolo, la Montedison s.p.a, divenuta poi Montedison. Attualmente,  per volontà del Comune e con la collaborazione di Itinera sono visitabili parti delle gallerie ottocentesche (il reticolo delle gallerie si estende per circa 35 Km fino ad una profondità di 315 m.) la torre di Pozzo Alfredo (con il montacarichi originale) e la chiesa di S.Barbara, simbolo della devozione dei minatori per la loro patrona. Nell'ottica della valorizzazione di questo luogo unico, di grande importanza storica e archeologica, Itinera ha ideato una manifestazione artistica che porti la creatività contemporanea in questo spazio di memoria.  L’obiettivo è quello di offrire nuovi punti di vista e suggestioni attraverso interventi site specific di arte contemporanea.

    Sabato 22 luglio alle 18 interverranno: Michela Vianelli, Cooperativa Itinera; Ylenia Rose Testore, curatrice della mostra; Sandro Cerri, Sindaco di Montecatini Val di Cecina; Fabrizio Rosticci, scrittore e studioso. Ore 19 visita a Corpus Mine in compagnia della curatrice Ylenia Rose Testore. Ore 20.30 aperitivo. Ore 21.30 performance dell'artista Vincenzo Fiore Marrese

    Sabato 5 agosto alle 21 – RESPIRazione. Stefano Agostini, flauti. Improvvisazione di musica contemporanea

    Sabato 19 agosto alle 21 – Stornelli Infernali. Teatro Trabagai. Voce e chitarra Elena Farulli, voce e mandolino Giorgio Monteleone

    Sabato 26 agosto alle 20 aperitivo artistico

    Sabato 2 settembre alle 21 – Penombra, perfomance di danza contemporanea a cura di Atelier delle Arti. Coreografia di Chelo Zoppi. Interpreti: Asia Pucci e Marta Rubichi

    Il prezzo del biglietto comprende la visita alla Miniera con partenza alle 19. 10 euro intero e adulti, 5 euro ridotto e 6/12 anni

    I partner – Fattoria Sorbaiano, Ristorante La Terrazza sul borgo, Podere Beccheria, Ristorante L'Ippocastano, Agriturismo Le Querce, Ristorante Il Buglione, Central Bar, Torre dei Belforti

    Contatti – Museo delle Miniere da giovedì a domenica 10/13 – 16/19. Telefono 0588 31026. Coop. Itinera da lunedì a venerdì 9/13, telefono 0586 894562 int.3. Mail & web miniere.montecatini@itinera.info, www.museodelleminieremontecatini.it, fb: minieremontecatinivaldicecina.it

    SHARE