Giovanni Redi saluta la Thai Boxe

    Giovanni Redi saluta la Thai Boxe

    Pisa -

    L'ultimo incontro del campione pisano

    SHARE

    Salirà l’ultima volta sul ring per salutare il suo pubblico e per dire addio alla Thai Boxe. Giovanni Redi, fighter ed imprenditore pisano, il 23 giugno sosterrà il suo ultimo incontro a livello professionistico. Il match, amichevole, contro un avversario di livello internazionale si svolgerà in piazza Vittorio Emanuele II (dove verrà allestito un apposito ring) nell'ambito della seconda edizione della "Ready by night". L’iniziativa, organizzata in collaborazione con ConfcommercioPisa e il patrocinio del Comune di Pisa, vedrà coinvolte anche le palestre a marchio "Ready" e i clienti dei tre centri fitness aperti da Redi a Pisa, Livorno e Montecatini, che saranno impegnati nel pomeriggio in esibizioni di fitness e di balli caraibici e in incontri amatoriali di Thai Boxe.

    L’evento sarà preceduto da un incontro di arti marziali che vedrà protagonista Christian Daghio, allenatore e manager del fighter pisano che da qualche mese ha iniziato la fase preparatoria (che in parte sosterrà anche in Thailandia) per quello che sarà il suo ultimo incontro da professionista. Classe 1988, il fighter pisano è salito per la prima volta sul ring all'età di 15 anni. Tre anni dopo, è entrato tra i professionisti disputando 62 match (51 vittorie, 8 sconfitte e 3 pareggi), che si aggiungono ai 27 da dilettante (24 vittorie, 1 sconfitta e 2 pareggi). A casa ha portato un titolo mondiale (conquistato nel 2014 all'Arena Garibaldi), due europei (2012 e 2013) e uno italiano (2009).

    Nel suo palmares figurano anche due medaglie di bronzo conquistate al mondiale di Thai Boxe, un mondiale dilettanti, il titolo Wako Pattaya (campionato thailandese) e una medaglia d'argento al campionato di Thai Boxe d'Oceania. «Dopo 14 anni di combattimenti – sottolinea il fighter pisano – ho deciso di smettere per dedicare le mie energie alla crescita della mia azienda e concentrarmi sulla mia attività imprenditoriale. In termini sportivi, posso dire che è iniziato un round senza fine. Ho dato tanto a questo sport, ho vinto quasi tutto quello che c’era da vincere, e questa è la mia più grande soddisfazione. Dopo pasqua partirò per la Thailandia per perfezionare la preparazione in vista dell'ultimo match. Lascio da secondo del ranking mondiale, il mio avversario sarà senza dubbio un'atleta di spessore. Il ricavato della serata andrà in beneficenza all'Associazione Italiana Sclerosi Multipla».

    Dominik Mitidieri sarà l’avversario. Torinese, 33 anni, Mitidieri ha accettato la sfida «perché – dice – è un onore sfidare un campione del calibro di Redi ed è ancora più emozionante farlo nel suo match di addio». Una sorta di rivincita dell’incontro del 2015 quando Redi, a Marina di Pisa, riuscì a battere il fighter piemontese in meno di quattro minuti. Imprenditore sportivo, Mitidieri ha iniziato a praticare arti marziali 12 anni fa e nella sua carriera ha collezionato esperienze anche in Thailandia e ad Amsterdam. In piazza Vittorio Emanuele, su un ring appositamente allestito, il fighter torinese disputerà il quarantesimo match della sua carriera tra incontri di boxe, full contact e thai boxe. «È irrilevante quello che è in palio – aggiunge l’atleta piemontese -. Nelle arti marziali non esistono incontri amichevoli. È un onore disputare il match contro Redi, ma mi alleno tutto l’anno e combatto solo per vincere e arrivo a Pisa per prendermi la vittoria. Sicuramente sarà un bellissimo incontro e l’unica cosa che non mancherà sarà lo spettacolo».

    SHARE