Il Sessantotto

    Il Sessantotto

    Pisa -

    Immagini di una stagione pisana

    SHARE

    Il libro “Il Sessantotto. Immagini di una stagione pisana” (Pacini editore) sarà presentato venerdì 9 marzo, alle 17, presso la Gipsoteca di Arte Antica dell’Università di Pisa, in collaborazione con la Libreria Ghibellina. A coordinare l’incontro sarà il giornalista Fabio Demi, mentre Paolo Pezzino, già docente ordinario di Storia contemporanea dell’Ateneo pisano, parlerà, insieme ai curatori Giuseppe Meucci e Stefano Renzoni del clima delle contestazioni studentesche che ebbero Pisa come teatro principale.

    Legato alla mostra di Palazzo Blu, aperta al pubblico dal 7 novembre 2017, il libro riproduce le fotografie dell’archivio di Luciano Frassi e una cospicua scelta di materiale dell’epoca (volantini, giornali, documenti). Arricchita da una testimonianza di Massimo D’Alema su quei suoi anni pisani e da testi dedicati alle cronache di una stagione che ha lasciato una traccia nella storia del XX secolo non soltanto a Pisa, questa pubblicazione non ha l’ambizione di una vera e propria ricostruzione storica, ma vuole più semplicemente ricordare a scopo divulgativo, con immagini e parole, fatti e personaggi che sono ancora oggi parte non secondaria della memoria della città. I testi che introducono e accompagnano le immagini sono stati scritti da Andrea Mariuzzo, giovane storico della Scuola Normale Superiore, da Giuseppe Meucci e Giovanni Nardi, due giornalisti che in quanto tali hanno vissuto in prima persona il Sessantotto e da due testimoni: Romano Lazzeroni, oggi docente emerito di Glottologia dell’Università di Pisa e Accademico dei Lincei, che si ritrovò dall’altra parte, quella dei “baroni” dell’Università che furono il primo obbiettivo della contestazione e lo storico dell’arte Stefano Renzoni, oggi docente liceale, ma all’epoca giovanissimo allievo delle scuole medie e spettatore non distratto di quanto accadeva.

    SHARE