Il viaggio in musica

    Il viaggio in musica

    Pisa -

    IAlberto Bologni al violino e Simone Soldati al pianoforte

    SHARE

    Dal 25 giugno al 5 lugli si terrà nel Camposanto di Pisa la XIII edizione di Musica sotto la Torre, la rassegna organizzata dall’Opera della Primaziale Pisana. Quattro i concerti in programma, pensati intorno al tema del viaggio. La vita e le opere dei compositori sono, infatti, un illuminante esempio dell’afflato dei popoli che da sempre, e nel corso dei secoli, sono stati animati dalla curiosità e spinti a conoscere ed esplorare nuove terre, dando vita a fecondi scambi culturali, economici e sociali. Il viaggio rappresenta una preziosa miniera di ispirazione e contaminazione nella creazione delle visioni e geografie sonore dei compositori. E anche chi lavora in patria può assorbire e restituire nelle proprie opere i contesti plurali e lo scambio proficuo con la musica, l’arte, la cultura di altre provenienze.

    Primo concerto lunedì 25 giugno alle ore 21.15 con W. A. Mozart che incarna il viaggiatore “musicale” fin da bambino: la Sonata in mi minore per violino e pianoforte KV 304 è stata composta a Parigi nel 1778 ed è venata da grandi malinconie, come molta della sua musica composta fuori dalla sua terra natia. Interpreti della serata Alberto Bologni al violino e Simone Soldati al pianoforte. In programma anche la Sonata in re maggiore per violino e pianoforte op 12 n 1 di Ludvig van Beethoven e la Sonata in Re maggiore op.94 n.2 di Sergej Prokof’ev.

    Alberto Bologni si è formato con le tradizioni violinistiche europee più celebrate come Sandro Materassi, che ha fatto da tramite con la scuola veneta di Giulio Pasquali e quella tedesco-ungherese di Jenő Hubay, e Ștefan Gheorghiu e Ilya Grubert, che gli hanno trasmesso gli insegnamenti della scuola russo-sovietica di Ojstrach e Kogan. Diplomato al Conservatorio Cherubini di Firenze con il massimo dei voti e la lode, ha ottenuto in seguito il diploma di solista al Conservatorio di Rotterdam. Appassionato di arte, cinema e letteratura, la sua curiosità intellettuale lo ha reso uno dei violinisti più versatili della sua generazione. Affronta un repertorio solistico e da camera che affianca ai capolavori più noti rarità e riscoperte, nonché una nutrita serie di composizioni di autori contemporanei, spesso a lui dedicate o da lui commissionate, esibendosi regolarmente nei maggiori centri italiani ed europei.

    Simone Soldati nato a Lucca nel 1968, formatosi musicalmente con Francesco Cipriano si è diplomato con il massimo dei voti e la lode ed è stato poi a lungo allievo di Andrea Lucchesini. Dopo aver insegnato per quasi venti anni nei Conservatori di Cosenza, Salerno e Padova è oggi docente all’Istituto Superiore di Studi Musicali Luigi Boccherini di Lucca. Un’attività originale la sua, in cui l’esperienza musicale è vissuta in più forme e incontra diverse discipline. Tra le sue recenti collaborazioni quella con Lello Arena e Arnoldo Foà. Con la violinista Natasha Korsakova ha tenuto nel 2009 un concerto a Roma in Piazza del Campidoglio alla presenza del Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano e del Segretario di Stato del Vaticano.

    I biglietti sono gratuiti (massimo 2 a persona) e possono essere ritirati solo presso il Museo delle Sinopie il giorno del concerto, dalle 8 alle 20.50, fino a esaurimento dei posti disponibili. Non è possibile effettuare prenotazioni telefoniche né per e-mail. Non c’è un settore riservato alle persone con disabilità e i biglietti sono gratuiti per tutti. Solo le persone a mobilità ridotta e in carrozzina che desiderano partecipare al concerto sono pregate di inviare un email a animamundi@opapisa.it affinché sia possibile garantire loro uno spazio adeguato, nell’osservanza delle norme di sicurezza.

    SHARE