Immersione nella scienza

    Immersione nella scienza

    Pisa -

    Conferenze per avvicinare alla scienza un pubblico più ampio

    SHARE

    Mercoledì 8 novembre alle 17.30 nella Sala Azzurra del Palazzo della Carovana primo appuntamento con le conferenze VIS (Virtual Immersions in Science) 2017/2018.

    Per il quarto anno tornano le conferenze della Scuola Normale pensate per far avvicinare una fetta più ampia di pubblico al mondo della scienza. Organizzato nell’ambito del progetto VIS (Virtual Immersions in Science) questo ciclo di appuntamenti con studiosi di primo piano ha riscosso consenso per l’approccio quasi “informale” e la capacità degli oratori di trasmettere la passione per la ricerca scientifica.

    Il primo a inaugurare la nuova serie, l’8 novembre (la formula prevede una conferenza al mese, ogni secondo mercoledì, sempre alle 17.30 nella Sala Azzurra del Palazzo della Carovana) è lo studioso di Storia romana Andrea Giardina con la conferenza “Vi racconto la scoperta che mi ha cambiato la vita”. Presidente del Comité international des sciences historiques, accademico dei Lincei, professore ordinario alla Normale, Giardina racconterà un periodo molto controverso, l’epoca tardo antica: età di decadenza della civiltà classica o cultura dotata di una propria originalità e identità?

    Nella bibliografia di Andrea Giardina questi concetti sono stati esplorati nel saggio Esplosione di Tardoantico, ‘Studi storici’ 1999, recentemente tradotto in inglese in Av. Cameron (ed.), Late Antiquity on the Eve of Islam, Farnham 2013. Per Laterza è in corso di pubblicazione a cura del professor Giardina una “Storia mondiale dell’Italia”.

    Le altre conferenze sono
    13 dicembre, Piero Rosati – Università di Ferrara (Cosmologia) “Esplorando l’Universo con lenti gravitazionali
    10 gennaio, Graziano Fiorito – Stazione Zoologica Anton Dohrn, Napoli (Scienze della Vita); “Il polpo è una delizia, non solo in cucina: parola di scienziato
    14 febbraio, Stefano Forte – Università di Milano (Fisica delle Particelle) “Dentro il protone, con l’intelligenza artificiale
    14 marzo Lucia Curri – CNR, Bari (Chimica) “Nanomateriali e nanotecnologie: tra passato e futuro, tra scienza e fantascienza
    11 aprile Adriano Prosperi – Scuola Normale (Storia Moderna e Contemporanea) “Scoperte che non cambiano la vita
    9 maggio, Michela Fagiolini – Harvard, USA (Scienze della Vita) “Eccitazione o inibizione: yin/yang della vita”.

    SHARE