Le domeniche d’autore

    Le domeniche d’autore

    Vecchiano -

    Il giardinista, con Francesco Mati

    SHARE

    Mds le ha inventate di tutti i colori, e sapori, per invitare i lettori ad “assaggiare” i suoi prodotti. Dalle cene in giardino, grande successo estivo, ai “book at home” che vedono aprire le porte dei salotti agli autori per serate letterarie dal sapore di altri tempi. Stavolta ad accogliere il pubblico sarà di nuovo la casa editrice stessa, presso la sua sede di Avane, dando il via a quello che diventerà un appuntamento “fisso”, ogni prima domenica del mese. Si parte domenica 4 febbraio, all’ora del tè, le 17, con uno degli ultimi successi editoriali dell’intraprendente editore pisano: Il giardinista, di Francesco Mati, che sarà intervistato da Francesca Petrucci, mentre gli ospiti, comodamente seduti in salotto, si gusteranno tè e pasticcini, oltre al racconto in prima persona di un autore davvero particolare, che definisce il suo mestiere di “vivaista-artista” con l’originale termine “giardinista”. A leggere brani del libro la voce dell’attore Paolo Giommarelli. Interverranno anche Franco Marchetti, vicesindaco di San Giuliano Terme e Fabio della Tommasina, direttore della collana “Tellus” cui appartiene il libro che apre questa nuova iniziativa.

    Nell’epoca dei social, e dei contatti on-line, che certamente servono e sono strumenti irrinunciabili, MdS sceglie di puntare ancora una volta sul rilancio del contatto umano, del piacere della lettura ad alta voce e dell’incontro con gli autori in carne e ossa, che raccontano aneddoti e backstage del loro lavoro. «L’idea è nata pensando al fatto che la nostra casa editrice è diventata ormai un luogo di aggregazione, e incontrarci è un modo per promuovere la cultura, i libri, ma anche per stare insieme, condividendo tempo di qualità e nuove idee» – spiega Sara Ferraioli, presidente MdS. Il buffet abbinato a un libro a scelta dal catalogo avrà il costo di 15 euro, i posti sono limitati ed è necessario prenotare: info@mdseditore.it – 328 546 1837.

    Il libro di Francesco Mati, che appartiene a una famiglia di vivaisti famosa in tutta Europa, è il racconto dal backstage della progettazione e realizzazione di giardini attraverso trent’anni di lavoro in un’azienda che vanta oltre un secolo di vita. Mati cerca di rispondere a una domanda in apparenza semplice: che cos’è un giardino? La risposta non è scontata. In un giardino, insieme al lavoro manuale, a volte estremamente faticoso, fatto di tecnica, macchinari, conoscenze scientifiche ed esperienza, c’è storia, poesia, letteratura, iconografia. Soprattutto c’è chi lo costruisce. E qui Francesco Mati compie uno scarto in avanti coniando un nuovo termine: “Il Giardinista”, per indicare la specificità assoluta di un mestiere che ne comprende tanti altri e che non cessa di stupire per la ricchezza dei suoi contenuti. Sullo sfondo di una storia individuale e familiare, ve n’è una più grande, quella della città di Pistoia e della sua secolare attività vivaistica, una storia qui solo accennata e che aspetta di essere scritta, come ancora i cittadini italiani aspettano che, finalmente, con una maggiore attenzione a parchi e giardini, alberature e una visone del verde come elemento architettonico e progettuale migliori la qualità dell’ambiente e delle città in cui vivono.

    Francesco Mati appartiene ad una famiglia che opera dal 1909 nel settore “piante e giardini”. Nel corso di trent’anni di attività ha realizzato giardini privati e parchi pubblici in Italia, Europa e in alcuni paesi extraeuropei, collabora con Università, Centri di Ricerca, Ministeri. Riveste incarichi provinciali e nazionali in varie associazioni di settore. Organizza corsi di formazione per professionisti e appassionati del verde e di didattica per bambini per insegnare loro l’importanza delle piante e dei giardini. Ha inventato il personaggio Linneus per raccontare ai bambini il meraviglio mondo delle piante.

    SHARE