Le nuove opportunità per il futuro di un disabile

    Le nuove opportunità per il futuro di un disabile

    San Giuliano Terme -

    Convegno organizzato da Lions Club Pisa Certosa

    SHARE

    “Le nuove opportunità per il futuro di un disabile”: è questo il tema di un convegno che si terrà  sabato 23 settembre, dalle 9 alle 13, al Centro  polifunzionale “Le Vele”, struttura realizzata dalla Fondazione  “Dopo di Noi” in via Ferruccio Giovannini, a San Cataldo. L’appuntamento porta la firma del  Lions Club Pisa Certosa, che lo ha organizzato in collaborazione col Lions Pisa Host e il Leo Club Pisa Certosa.

    I Lions sono nati esattamente un secolo fa, proprio con l'obiettivo di farsi carico delle più svariate problematiche sociali e di fornire in particolare assistenza alle persone con disabilità: lo fanno  in varie modalità di intervento, attraverso raccolte di fondi dirette ad enti operanti nel settore, con la diffusione del concetto di solidarietà, oppure, tanto per fare un esempio, con l’organizzazione di campi estivi per ragazzi e ragazze dai 18 ai 25 anni provenienti da vari Paesi del mondo e meno fortunati dei loro coetanei. Il convegno si propone di evidenziare e far conoscere i vari strumenti inseriti nella  legge 112/17, detta appunto "Dopo di noi", scritta per poter dare delle risposte ai tanti dubbi e alla grande preoccupazione che i genitori di figli disabili hanno nel pensiero di lasciarli da soli,  un domani,  quando loro non ci saranno più.In modo semplice, professionisti di diversi settori – notai, commercialisti, giudici – si metteranno a disposizione per spiegare   i contenuti e le prospettive della norma, i suoi ambiti applicativi, gli strumenti che contiene, nonché il ruolo dei servizi territoriali.

    Il Lions Pisa Certosa invita, quindi, la cittadinanza a partecipare a questa iniziativa che permetterà di capire meglio una importante legge nel settore della disabilità. «Essere presenti al convegno – sottolinea la presidente del Lions Pisa Certosa, Lisa Di Sacco – rappresenta non solo una opportunità importante di informazione, ma anche l'occasione di un tangibile segno di sensibilità verso chi ha bisogno». Al termine, sarà infine possibile visitare il Centro Le Vele, nato appunto a supporto delle famiglie che vivono la impegnativa quotidianità di un’ invalidità.

    SHARE