Preziose conoscenze

    Preziose conoscenze

    Pisa -

    Incontri di arte e scienza da Palazzo Blu

    SHARE

    Preziose Conoscenze‘ è il titolo di un ciclo d’incontri che palazzo Blu, nell’ambito delle iniziative del suo decimo anno di attività, dedica a istituzioni e persone della città che, in ambito scientifico, ma non solo, sono note ed apprezzate nel mondo e meritano di essere meglio conosciute anche dai loro concittadini. In questa rassegna, rivolta ad un pubblico non specialistico, per sottolineare la vivacità culturale che Pisa offre nel senso più ampio, ad alcune fra le eccellenze scientifiche abbiamo aggiunto artisti di riconosciuto talento, ben noti oltre i confini nazionali in forme d’arte oggi molto popolari.

    Saranno dunque presenti le onde gravitazionali ed il fumetto, la robotica e la street art. Mentre gli incontri con gli artisti permetteranno un diretto contatto con la loro creatività e la loro vivace personalità, in quelli con i grandi centri scientifici un’equipe di ricercatori, dopo una breve introduzione sui principi che stanno alla base delle diverse tecnologie e sul loro significato, spiegherà che cosa si fa a Pisa e quali sono le ricadute pratiche d i ricerche che appaiono talvolta astratte se non astruse. Gli incontri si svolgeranno nell’Auditorium di Palazzo Blu nei mesi di marzo e aprile, tutti i mercoledì alle 17.30 a partire dal 7 marzo.

    Il primo appuntamento mercoledì 7 marzo: Carlo Bradaschia, Diego Passuello e Massimiliano Razzano presenteranno il centro Virgo di Navacchio e le onde gravitazionali. Mercoledì 14 marzo sarà la volta di Gionata Gesi, in arte Osmo, con “Colorando i muri, vita e opere del maggior street art pisano”. Mercoledì 21 marzo Fabrizio Lucci, Giuseppe Anastasi e Davide Bacciu parlaranno di “Big Data, Pisa e l’informatica“. Mercoledì 28 marzo Ursula Ferrara presenta “Visioni visionarie, esperienze a colori di una fantasia inesauribile“. Mercoledì 4 aprile Paolo Dario con “Pisa e la robotica“. Infine mercoledì 18 aprile Michela Tosetti, Mirko Cosottini e Guido Bonincontri parlano di “Imago 7, imaging biomedico ad altissimo campo”

    SHARE