Rocco Papaleo

    Rocco Papaleo

    Cascina -

    Alla Città del Teatro con la sua “Piccola impresa meridionale”

    SHARE

    Rocco Papaleo, personaggio dell’anno, uno degli attori autori più importanti del panorama italiano degli ultimi 20 anni,dopo Sanremo e tanto cinema da attore e anche da regista, torna in teatro. E’ notizia recente che sarà lui a raccogliere il testimone di Enzo Iachetti nella conduzione del celebre Festival Gaber  di Teatro Canzone, in luglio a La Cittadella del Carnevale di  Viareggio.

    Proprio dalla musica è ripartito il viaggio di Papaleo nei teatri d’Italia con Una piccola impresa meridionale (produzione di Carlo Pontesilli per Less is More Produzioni in collaborazione con Massimo Levantini per Live Nation Italia), nuovo spettacolo di teatro-canzone, debuttato lo scorso 24 novembre in prima nazionale al teatro Ambra Jovinelli di Roma e proseguito nelle principali città nel mese di dicembre. Riprende in marzo la sua tournée per i teatri italiani. Il 4 aprile alle ore 21  salirà sul palco de  La Città del Teatro di Cascina , l’evento è organizzato in collaborazione con Leg – Live emotion group.
    Lo spettacolo, scritto dallo stesso Rocco Papaleo insieme a Valter Lupo (che ne firma anche la regia), cuce insieme aneddoti personali e canzoni, gag surreali e racconti poetici, qualche rap “non troppo incalzante” e storie buffe, con Papaleo accompagnato in scena da una band di 4 elementi: Arturo Valiante al pianoforte, Gerry Accardo alle percussioni, Francesco Accardo alla chitarra, Guerino Rondolone al contrabbasso.

    Rocco Papaleo é artista poliedrico, protagonista, nelle sale cinematografiche, nella triplice veste di autore, regista ed attore, di Basilicata coast to coast, che ha riscosso un grandissimo successo di critica e  pubblico.  L’attore è  reduce da una divertente collaborazione con Luciana Littizzetto in E’ nata una star di Lucio Pellegrini, nelle sale in questi giorni. Nel 2011 interpreta la parte del padre di Checco Zalone nel film campione d'incassi Che bella giornata di Gennaro Nunziante. Ha lavorato nel cast di film come Con gli occhi chiusi di Francesca Archibugi, Del perduto amore di Michele Placido, I laureati di Pieraccioni,  Ferie d'agosto di Paolo Virzì; più di una volta è stato nominato al David di Donatello o il Nastro d’argento.
    Numerose le sue presenze anche nei programmi televisivi: la figura dell'ingenuo caporale Rocco Melloni in Classe di ferro e il film tv Vola Sciusciù (2000) di Joseph Sargent, insieme a Lino Banfi.

    Con curiosità lo attendiamo in Una piccola impresa meridionale, una narrazione comico-poetica che entra ed esce dal teatro canzone, con brani alternati da piccoli viaggi intorno alle persone e alle cose che le hanno ispirate.  Storie buffe e romantiche che vogliono divertire ma non solo, un omaggio alla vita e alla forza del presente che il teatro trasmette nel suo essere qui e ora.

    Biglietti da 16 a 26 euro più prevendita, in vendita la sera di spettacolo dalle ore 20, o presso la Biglietteria del Teatro Verdi di Pisa e in ogni rivendita Greenticket, on line su www.greenticket.it. Per informazioni di biglietteria 050 3144886  o sul sito  ww.lacittadelteatro.it

    Una Piccola Impresa Meridionale è un esperimento di teatro-canzone dove la narrazione entra ed esce dal modulo canzone.
    Canzoni alternate da piccoli viaggi intorno alle persone e alle cose che le hanno ispirate.  Storie buffe e romantiche che vogliono divertire ma non solo.
    Sarebbe bello potesse essere accolto come una lunga poesiola che attraversa tutti i climi.
    Le canzoni entrano nei pensieri senza controllo.
    E nemmeno pretendono di controllarti.
    Vogliono essere solo dei morbidi cuscini.
    piscine termali o liquori leggeri.
    Le storie crescono ovunque, prima o poi lo trovano un prato.
    Cantare, raccontare  e aspettare il momento migliore.
    Lo riconoscerai.
    Perche’ sara’ rosso come il bel tempo che speri. Amo il cinema ,ma ho bisogno del palcoscenico.
    Chiedetevi cosa vuole un attore dal teatro
    Vuole che quando prende una pistola e spara
    i vostri cuori abbiano un sussulto
    E quando muore vuole che soffriate perché non potrete più vederlo
    Fino alla sera seguente
    E se invece della pistola prende una chitarra
    Spera che le note si accordino ai vostri sentimenti
    Chiedetevi ora cosa vuole il pubblico
    La gente ha bisogno di commuoversi
    La vita spesso non ha scopo
    Si svolge ovunque arbitrariamente di nascosto
    Faccio questo e non importa nulla se faccio l’opposto
    Ma a teatro ogni azione buona o cattiva ha le sue conseguenze
    Il teatro ha la forza del presente, è mentre sta accadendo, è vivo e in vista
    Ed  ha bisogno di una cosa sola: della vita
    Per questo  la vita ha bisogno del teatro

    SHARE