Upwelling, la risalita delle acque profonde

    Upwelling, la risalita delle acque profonde

    Pisa -

    Il documentario politico, ironico, visionario

    SHARE

    Giovedì 25 gennaio alle 21, al Cinema Arsenale andrà in scena Upwelling, la risalita delle acque profonde di Pietro Pasqualetti e Silvia Jop, accolto dalla critica italiana come espressione di un “nuovo cinema politico, dissonante, ironico, visionario”. Presenta e dialoga con gli autori il Teatro Rossi Aperto. Dopo un anno trascorso per festival internazionali di diversi paesi del mondo, il film documentario di Pietro Pasquetti e Silvia Jop, arriva in sala anche a Pisa.

    Tra i frammenti di una città ricostruita sopra alle macerie di un disastro, nell’eco di una catastrofe che non si è mai del tutto consumata, Upwelling, un’onda che nasce dal fondo del mare, porta gli abissi in superficie. In un’apparizione continua di personaggi, che si muovono come satelliti di un universo vivo e inaspettato, si raccolgono i tentativi di resistenza e di rivitalizzazione che sfuggono alle consuetudini storiche di una città deteriorata e immobile. Siamo a Messina, una città che è stata completamente ricostruita a seguito di una delle più devastanti catastrofi naturali del Novecento. È qui che abbiamo vissuto per due anni, provando a stabilire un’intesa profonda con le persone, che poi sarebbero diventate personaggi, di questo film. In upwelling è costante la ricerca di una relazione tra il concetto di catastrofe e quello di risalita.

    “Sembra l’apocalisse invece è la genesi. Tra mito e transito coast-to coast, con immagini di bellezza pittorica da mozzare il fiato” Il Corriere della Sera

    “In un paesaggio popolato da figure letterarie e quotidiane, i due registi sperimentano le possibilità di un altro cinema politico, dissonante, ironico, visionario” Il Manifesto

    “Upwelling mostra una realtà che non avremmo mai pensato esistesse. L’utopia come unica arma, l’utopia come unico rimedio per risvegliare le coscienze di quanti sanno ancora sognare.” Cineuropa

    SHARE