Arriva il gelo, occhio al contatore

    Arriva il gelo, occhio al contatore

    Pisa -

    I consigli di Acque SpA per proteggere gli impianti con temperature sottozero

    SHARE

    Un nucleo di aria molto fredda si sta incamminando dalla Siberia verso l’Europa, e intorno al 25 febbraio raggiungerà anche l’Italia. Si chiama burian (o buran), ed è un vento gelido che soffia da nord-est. Secondo le previsioni, nei prossimi giorni il burian investirà la Penisola, portando giornate di maltempo su molte regioni. Anche in Toscana sono attese temperature ben al di sotto dello zero, soprattutto nella parte più interna e specialmente durante la notte.

    Dal weekend, e per tutta la prossima settimana, è dunque concreto il rischio di intense gelate nel corso delle ore notturne. Per questo, come in occasione delle precedenti ondate di “grande freddo”, Acque SpA, il gestore idrico del Basso Valdarno, invita fin da ora tutti gli utenti ad adottare misure idonee ad assicurare un’adeguata protezione dei contatori dalle eventuali gelate, evitando il pericolo di rotture o interruzioni dell’erogazione dell’acqua. Il regolamento del servizio idrico integrato, infatti, indica l’utente come il responsabile della corretta custodia del contatore di competenza.

    Ecco alcuni semplici ma fondamentali suggerimenti
    Se il contatore si trova in un fabbricato disabitato nel periodo invernale, bisogna chiudere il rubinetto a monte del misuratore e provvedere allo svuotamento dell’impianto; negli altri casi, in genere, è sufficiente verificare che siano ben chiusi i vani di alloggiamento del contatore.
    Se il contatore si trova in un punto particolarmente esposto al freddo, si consiglia di fasciare l’impianto con materiali isolanti (polistirolo, poliuretano espanso, etc.) avendo comunque cura di lasciare scoperto il quadrante delle cifre, per consentire l’eventuale lettura del contatore.
    Se ad un controllo il contatore risultasse congelato, ma non ancora rotto, è assolutamente sconsigliato manovrare le valvole di afflusso e chiusura o scongelarlo con fiamme libere e fonti intense di calore (lo stress provocato ai materiali di cui è composto l’impianto potrebbe danneggiarlo in modo irreparabile); è consigliabile piuttosto avvolgere il contatore con una coperta vecchia o con fogli di giornale, aspettando con pazienza che si scongeli, oppure utilizzare una fonte di calore modesta, come un asciugacapelli.
    Se infine l’impianto dovesse risultare rotto, è necessario mettersi subito in contatto con Acque SpA (numero verde gratuito 800 983 389, attivo 24 ore su 24, sia per telefono fisso che mobile) affinché si attivi la procedura di sostituzione o riparazione del contatore.

    Per ulteriori informazioni: www.acque.net/manutenzione-e-cura

    Fonte Acque SpA

    SHARE