Ciafaloni: «Tra 1 anno il Museo sarà completato»

    Ciafaloni: «Tra 1 anno il Museo sarà completato»

    Pisa -

    L'architetto della Soprintendenza spiega le prossime tappe

    SHARE

    La strada per arrivare al completamento del Museo delle Antiche Navi non è finita. I due padiglioni allestiti e visitabili sono il risultato di un lavoro durato anni e concluso grazie ad un finanziamento di 4 milioni di euro del Mibact del 2011 che sono stati utilizzati in parte (2 milioni di euro) per finire il restauro delle navi trovate nei pressi della stazione di San Rossore e per l'altra parte (2 milioni di euro) per la prima parte di restauro degli Arsenali Medicei che ha consentito di «fare gli interventi per l'antisismica, restaurare le coperture e la facciata, debellare l'infestazione di termiti e restaurare l'interno dei primi due padiglioni – spiega l'architetto della Soprintendenza Marta Ciafaloni – con l'ultimo finanziamento di 5 milioni di euro  terminerà il restauro e l'allestimento del Museo, i lavori sono stati assegnati e inizieranno a breve, dureranno un anno»

    Più cauto Andrea Camilli, direttore del Cantiere delle Navi che indica in due anni il temine dei lavori. Prima di allora sarà importante trovare una soluzione per mantenere le competenze del centro di restauro del legno bagnato, ormai diventato un'eccellenza riconosciuta a livello internazionale, che ora si trova nel cantiere di ritrovamento delle Navi nei pressi della stazione di San Rossore. L'obiettivo è di trasferirlo nel convento di San Vito, adiacente agli Arsenali Medicei, che fino a qualche anno fa ospitava la sede della Guardia di Finanza e che fu liberato in vista di questo obiettivo. «Bisognerà mettersi attorno ad un tavolo con il Demanio, proprietario del bene» continua Ciafaloni. Il presidente della Toscana Enrico Rossi aveva dato la disponibilità della Regione a contribuire.

    Raffaele Zortea 

    SHARE