Dalle strisce blu altri 176mila euro per il litorale

    Dalle strisce blu altri 176mila euro per il litorale

    Pisa -

    I cittadini con il CTP sceglieranno le priorità

    SHARE

    176mila euro da investire sul litorale, a scegliere le priorità saranno gli abitanti. Questo il risultato della riunione che si è svolta ieri sera, mercoledì 6 dicembre, al Consiglio Territoriale di Partecipazione 1 con il presidente Verter Tursi, presenti l’assessore ai lavori pubblici Andrea Serfogli e l’amministratore unico di Pisamo Fabrizio Cerri.

    È stata l’occasione per fare il bilancio della sosta a pagamento sul litorale, che si attiva d’estate e che permette ai residenti di avere meno difficoltà nel trovare un posto auto. Nel 2016 i ricavi sono stati di 555mila euro, nel 2017 di 761mila euro, aumentati perchè nell’ultima estate è stato istituito il pagamento anche nei giorni feriali. Il prezzo è rimasto invariato: 0,50 euro l’ora, 4 euro forfettario tutto il giorno, gratis per i residenti, possibilità di abbonamenti vantaggiosi.

    A fronte di questi ricavi, Pisamo ha rendicontato 342.500 euro di spese nel 2016 e e 387.500 euro nel 2017: per la segnaletica orizzontale (35mila euro l’anno per due anni), la segnaletica verticale (20mila euro l’anno per 4 anni), i nuovi parchimetri con bancomat (112.500 euro l’anno per 4 anni), per il personale (175mila euro nel 2016, 220mila euro nel 2017 perchè è aumentato l’impegno con l’aumento dell’orario delle strisce blu). Inoltre in questi due anni il Comune di Pisa ha investito sulla viabilità del litorale 510mila euro per la realizzazione della nuova circonvallazione di Tirrenia con rotatorie, asfaltature e aiuole, l’asfaltatura di via Arnino e l’asfaltatura del piazzale di fronte alla Stella Maris a Calambrone.

    Rimangono 76mila euro da investire sul litorale, più altri 100mila euro come riconoscimento da parte dell’Amministrazione Comunale, per l’aumento degli introiti dal 2016 al 2017. In totale 176mila euro il cui utilizzo sarà scelto dagli abitanti del litorale dopo apposite riunioni a Marina, Tirrenia e Calambrone organizzate dal CTP1 da cui sono venute le prime indicazioni sulle necessità del litorale: abbattimento delle barriere architettoniche, riqualificazione dei marciapiedi e lavori o iniziative per ridurre la velocità della auto per la sicurezza dei pedoni

    NB: tutte le cifre sono iva esclusa

    SHARE