Delfino in Arno: Confesercenti lancia un concorso fotografico

    Delfino in Arno: Confesercenti lancia un concorso fotografico

    Pisa -

    Ai migliori cinque scatti un pranzo omaggio in un ristorante pisano

    SHARE

    «Il delfino in Arno? Può essere una grande opportunità turistica da sfruttare per mettere sul tavolo dell’offerta pisana un ulteriore tassello». Queste le parole del presidente area pisana di Confesercenti Antonio Veronese che non vuole farsi sfuggire questo ulteriore spazio di notorietà della nostra città. «Si tratta di un evento più unico che raro che sta facendo il giro del mondo. Basta passare dai lungarni per vedere quante persone continuano ad assieparsi per immortalare il delfino – dice ancora Veronese -. Come sostengono gli esperti, se non ci sono elementi di disturbo l’animale potrebbe rimanere in Arno per lunghi periodi pur non essendo il suo habitat naturale».

    Da qui la proposta del presidente di Confesercenti: «Perché non mettersi a lavoro con l’Università per capire se non trasformare questo tratto di fiume in un luogo ideale per la vita anche di altri delfini? Immaginate il ritorno di immagine per una città che già nel mondo è conosciuta per la sua Torre. Una attrazione ulteriore per i nostri lungarni intorno ai quali che, ricordiamolo, esistono qualificate attività commerciali e della ristorazione che avrebbero solo vantaggi da una nuova attrazione turistica». Veronese lancia anche una iniziativa per celebrare questo evento. «Invitiamo tutti coloro che hanno immortalato il delfino ad inviarci la foto (all’indirizzo mail stampa@confesercentitoscananord.it): alle cinque migliori giudicate dalla nostra associazione (si posso inviare fino al 25 marzo), saranno offerti altrettanti pranzi omaggio nei ristoranti pisani». Ed in conclusione Antonio Veronese lancia anche una idea per il nome da dare al delfino: «Alfeo o Alfea, in onore delle origini greche della nostra città». Fonte Confesercenti

    SHARE