Domenica al via la ‘Biennale di Architettura’

    Domenica al via la ‘Biennale di Architettura’

    Pisa -

    Tema di questa seconda edizione: Le Città e l'Acqua; a confronto esperienze italiane e internazionali

    SHARE

    Domenica 19 novembre apre i battenti la seconda edizione, 2017, della Biennale di Architettura di Pisa, ideata e curata dall’Associazione LP. Fino al 28 novembre saranno 10 giorni di esposizione, eventi e workshop che vedranno studi di progettazione, studenti, critici ed esperti del settore affrontare il tema del rapporto delle città europee e mediterranee con l’acqua.

    Saranno esposti i lavori e le idee di prestigiosi studi di architettura di rilievo internazionale: Atelier(s) Alfonso Femia, BIG, Stefano Boeri, EMBT, Carlos Ferrater, Bernard Khoury, Francisco Mangado, Renzo Piano Building Workshop, Rudy Ricciotti, Alvaro Siza, Tamassociati, Topotek e molti altri, provenienti dai Paesi del Mediterraneo e da tutta Europa. Con partecipazioni così prestigiose la Biennale permette di conoscere le idee e le soluzioni adottate dai protagonisti dell’architettura contemporanea, in un proficuo confronto tra esperienze italiane e internazionali.

    La mostra si sviluppa in quattro padiglioni espositivi, messi a sistema in un percorso nel cuore della città, lungo le due sponde dell’Arno. Il “Padiglione Internazionale” agli Arsenali Repubblicani, curato da Luca Molinari, ospita una selezione di opere realizzate nell’ultimo decennio in Europa e nel bacino del Mediterraneo suddivise in quattro sezioni tematiche: Acqua come fonte del Paradiso Terrestre; Architettura come landmark che dialoga con l’acqua; Acqua come paesaggio: fronti marini, lacustri e fluviali; Acqua come magia, come sogno, riflesso ipnotico.

    Al Bastione Sangallo, all’interno del “Padiglione Pisa”, a cura di Luigi Prestinenza Puglisi, saranno esposte le idee del workshop nato dalla collaborazione tra LP e l’Università di Pisa sul tema del fiume e litorale. Saranno in mostra inoltre i progetti della chiamata aperta “Refresh – Energie e Nuovi Paesaggi”, riguardante la tecnologia applicata al fabbisogno idrico per uno sfruttamento sostenibile della risorsa acqua negli edifici e nei sistemi, urbani e di paesaggio. Un’ulteriore sezione sarà dedicata alla tecnologia riguardante l’uso dell’acqua; all’interno del padiglione sarà infine allestita una mostra fotografica sulla città di Pisa.

    La Biennale vede anche la partecipazione e il contributo degli studenti dell’Università di Pisa, impegnati nel workshop sulla interrelazione tra la città, il suo fiume e il litorale. Nel “Padiglione Università di Pisa”, curato da Luca Lanini negli spazi dell’Ex Convento delle Benedettine, è esposto il nuovo Piano Edilizio dell’Università, con una documentazione delle più recenti realizzazioni. Un’ulteriore sezione sarà dedicata ai progetti frutto dell’attività didattica, redatti nell’ambito di esami accademici e tesi di laurea.

    Uno spazio speciale è dedicato ad una mostra monografica sull’opera dello studio Gabetti e Isola – Isolarchitetti. L’esposizione, curata direttamente dall’Associazione LP all’interno del Fortilizio della Torre Guelfa, affronta l’attività di due tra i più importanti protagonisti del dibattito architettonico a partire dagli anni ’50. Oltre sessanta anni di progetti, che rappresentano la continuità di una scuola in un percorso lungo il costume e la cultura architettonica italiana. Nel corso dell’evento sarà conferito all’architetto Aimaro Isola il Premio Città di Pisa per la qualità urbana.

    Tra gli eventi speciali la mostra sul Costruttivismo Russo, curata dall’architetto Luca Lanini e allestita presso Palazzo Lanfranchi.

    Web: http://www.labq.org/
    Associazione LP: web www.associazionelp.it; Facebook: Associazione LP

    Per il programma in dettaglio: clicca qui

    SHARE