Escher a Palazzo Blu: il video

    Escher a Palazzo Blu: il video

    Pisa -

    Le prime immagini di una mostra imperdibile

    SHARE

    «È stata una scelta di continuità – dichiara il Presidente Cosimo Bracci Torsi – Volevamo continuare in qualche modo la scelta ‘surrealista’ fatta con Dalì. Per quanto i due artisti abbiano molto in comune, e si parli ambedue di surrealisti in qualche modo, Escher al contrario di Dalì costruiva un nuovo mondo con il suo sguardo oltre il possibile appunto, mentre Dalì attingeva dalla realtà per poi distorcerla. E’ innegabile però che i due abbiano contribuito alla creazione di altri mondi, attingendo dal reale».

    «È infatti l’ ossessione quasi maniacale della precisione e del rigore geometrico che porta Escher in alcune opere alla costruzione di una nuova realtà, una realtà dentro la realtà la potremmo definire. Una mostra che – come conferma il curatore Stefano Zuffi – è divisa in nove sezioni tematiche che affrontano ognuna un periodo diverso della vita del maestro olandese:  Volti, Animali, Oggetti e riflessi, Geometrie e ritmi, Paesaggi, L’artista, Architetture fantastiche, Nature, Autoritratti».

    La retrospettiva sarà visitabile dal 13 ottobre fino al 28 gennaio e vedrà l’esposizione di oltre 100 opere di uno dei più noti incisori del secolo scorso. Geometrie impossibili che lasciano allo spettatore il dubbio enigmatico che si tratti di un opera architettonica più che un incisione artistica.

    Oltre il possibile”, realizzata da MondoMostre e Fondazione Palazzo Blu, con il contributo della Fondazione Pisa e la collaborazione del Gemeentemuseum Den Haag, Arthemisia e M.C. Escher Foundation, a cura del professor Stefano Zuffi, storico dell’arte e grande conoscitore di M.C. Escher.

    SHARE