Filippeschi: «A Porta a Mare impegno massimo per sicurezza e decoro»

    Filippeschi: «A Porta a Mare impegno massimo per sicurezza e decoro»

    Pisa -

    L’Amministrazione Comunale punta il dito sull’area dell’ex vetreria Vitarelli

    SHARE

    Il comunicato dell’Amministrazione Comunale – Continua l’azione dell’Amministrazione Comunale contro il degrado e malavita nei siti industriali abbandonati. A Porta a Mare, dove proprio in questi giorni si sono manifestati episodi malavitosi, la maggioranza delle ex fabbriche sono state recuperate. Rimane lo spettro della ex-Piaggio di Pisa. Mentre sono stati abbattuti, cosa questa richiesta a più voci dai residenti, i ruderi della ex Fornace Donati. Sull’Aurelia che va da Porta a Mare verso Livorno sono in corso i lavori per il recupero della ex-Galazzo.  Adesso il Comune punta il dito sulla ex-vetreria Vitarelli diventata, dopo l’inizio dei lavori alla ex-Galazzo, sede di sbandati e delinquenti. L’iniziativa dell’Amministrazione fa seguito ai furti succedutisi in Corte Sanac e aree limitrofe. La questura di Pisa ha segnalato al sindaco che l’area ex Vitarelli  presenta fenomeni di occupazione abusiva favoriti dallo stato di fatiscenza della recinzione e degli immobili.

    Il Sindaco di Pisa ha emesso un’ordinanza rivolta agli attuali proprietari:

    1) fare manutenzione degli immobili al fine di garantire l’incolumità pubblica e privata
    2) provvedere ad idonea recinzione dell’area al fine di impedire l’ingresso a malintenzionati
    3) vigilare sulla funzionalità dei provvedimenti presi
    4)  presentare alla Polizia Municipale attestazione l’eliminazione di pericoli e un piano di vigilanza dell’area

    Il Sindaco di Pisa Marco Filippeschi: «Impegno massimo per riportare il quartiere a una situazione di maggior sicurezza e decoro, intervenendo in tutti i casi che offrono il fianco a fenomeni di criminalità, inciviltà e degrado. Puntando progressivamente a recuperi come quelli già effettuati in via del Chiassatello e in corso nell’area ex-Galazzo»

    SHARE