I diritti del popolo saharawi, un dibattito

    I diritti del popolo saharawi, un dibattito

    SHARE

     

    Di tutto questo ne hanno discusso, mercoledì scorso 30 agosto, presso il Centro di Accoglienza di via Garibaldi, gli assessori del comune e della provincia di Pisa – Carlo Macaluso, e Manola Guazzini – insieme a Daniela Pampaloni che, oltre ad essere assessore alla cultura del Comune di Pontedera, è anche coordinatrice del tavolo Regionale Saharawi e Kandud, esponente del Fronte Polisario.
    “L’impegno che offriamo al popolo saharawi – ha così introdotto Manola Guazzini – quest’anno ha ricevuto un finanziamento della Regione Toscana molto importante. 100mila euro che impiegheremo per l’acquisto di quei servizi indispensabili come, in primo luogo, l’assistenza sanitaria”
    “Sono oltre vent’anni – ha poi aggiunto Daniela Pampaloni  – che accogliamo bambini saharawi. Una grande esperienza. Ma accanto all’impegno umanitario si fa sempre più forte anche quello politico. Occorre un’iniziativa sia del nostro governo che dell’ Unione Europea”.
    “I nostri bambini – ha commentato il rappresentante del fronte Polisario Kandud – trovano, qui in Italia, tanti fratelli e tante sorelle. Il cuore delle loro mamme, così lontane laggiù nel deserto, è qui.  La repressione nei confronti del nostro popolo, dopo oltre trent’anni, è ancora molto forte. I diritti civili più elementari continuano ad essere calpestati quotidianamente”.
     “Vogliamo fare tutto il possibile – ha poi concluso l’assessore Carlo Macaluso – per aiutare questo popolo. Il nostro impegno umanitario, reso possibile anche grazie alla tante associazioni che lavorano con noi, non verrà certo meno. Per il futuro davanti a noi s’impongono le gradi sfide, i grandi temi dell’immigrazione. La desertificazione del pianeta, ci dicono gli esperti, comporterà nel prossimo futuro flussi migratori verso l’europa di oltre sessanta milioni di persone. Occorrono quindi scelte politiche immediate. E coraggiose”. 
    Erano presenti tra gli altri anche l’assessore del Comune di San Giuliano Terme, Luca Barbuti, Riccardo Lomi dell’Unitalsi,  la presidente della circoscrizione 5, Titina Maccioni e Ndao Modou Khabane, presidente del Consiglio degli stranieri.

    SHARE