I mattoncini Lego invadono la Stazione Leopolda

    I mattoncini Lego invadono la Stazione Leopolda

    Pisa -

    Il 4 e 5 ottobre al via PisaBrickArt: eventi, conferenze e pezzi rari in mostra

    SHARE

    Generazioni di bambini, ragazzi ed adulti amano i mattoncini Lego e sono tantissimi nel mondo che hanno fatto di questa passione una vera e propria ossessione. Per appassionati, cultori e semplici curiosi l'associazione pisana OrangeTeam ha organizzato la prima edizione di Pisa Brick Art, che si terrà sabato 4 e domenica 5 ottobre alla Stazione Leopolda. Il programma

    «Un evento come non ce ne sono in Italia – racconta Riccardo Di Nasso, presidente di  OrangeTeam – perché non è rivolto ai collezionisti, ma a tutti, giovani, adulti e famiglie, con momenti di intrattenimento, approfondimento e svago». «Un appuntamento che speriamo diventi fisso e attragga tanti appassionati a Pisa» ha commentato l'assessore alla cultura Dario Danti.

    All'interno della Leopolda i visitatori troveranno una pista per i modelli radiocomandati Lego, una piscina di mattoncini grandi (Duplo) per i più piccoli e un area "pick'n build" con chili di mattoncini da assemblare. Ampio spazio ai talk, con conferenze su temi scientifici come l'utilizzo dei mattoncini nei laboratori di fisiologia vegetali, approfondimenti sul tema della parità di genere e approfondimenti sulla robotica educativa. Ci saranno anche una mostra fotografica e un'area performance con la pittrice Veronica Burichetti e l'artista Samuele Toccafondo.

    Tra i pezzi che i 50 espositori provenienti da tutta Italia metteranno in mostra anche un raro esemplare di "furgoncino Unicef" del 1985, commercializzato in 5.000 pezzi dalla Lego solo per il Canada, del valore di migliaia di euro.

    Graziana Maggi

    SHARE