Il Sindaco Fontanelli interviene

    Il Sindaco Fontanelli interviene

    SHARE

    RAPPORTI CON IL GOVERNO: “Come Comuni chiediamo al Governo Prodi le stesse cose che abbiamo chiesto insistentemente al governo di centro destra”.
    “ Va detto – ha affermato il Sindaco – che il governo di centro sinistra ha cominciato bene  ripristinando la concertazione. E anche positivo il fatto che il ministro dell’ economia ha affermato di  riconoscere l’autonomia dei Comuni, che del resto, da parte loro, confermano di voler rispettare il patto di stabilità”.
     
    TRASFORMAZIONI DELLA CITTA’:  “Pisa è cambiata molto in questi anni e il cambiamento andrà avanti con la realizzazione del nuovo ospedale ed il recupero dell’area del Santa Chiara e  delle tre caserme”
    “ Non è stato facile – ha concluso Fontanelli – convincere le autorità militari che lo spostamento delle attività del battaglione logistico in una nuova caserma segna vantaggi anche per loro. C’è stato qualche ritardo per resistenze ministeriali; il mio primo impegno al rientro a settembre sarà quello di prendere carta e penna e scrivere per sveltire le operazioni”.
     
    TURISMO: “Grande soddisfazione  – ha espresso Fontanelli – per i dati positivi e in alcuni casi molto positivi per l’afflusso e le permanenze turistiche a Pisa.
    La permanenza media è cresciuta in pochi anni da una permanenza media di qualche minuto alla Torre, alla permanenza in città per qualche giorno, o almeno una notte. Lo dimostrano  i dati degli alberghi,compresi i 9 costruiti negli  ultimi  anni con la nostra decisione di favorire la crescita dell’offerta alberghiera.
    Un grande ruolo per il turismo è rappresentato dal nostro aeroporto. A questo proposito si può dire che la crescita di Pisa in termini di aumento dei collegamenti e dei passeggeri rappresenta un bene per i nostri territori e per  tutta la Toscana.
    I tempi sono comunque maturi perché il Galilei lavori per avere collegamenti intercontinentali come i voli per gli Usa e per la Cina”.
     
     
    PORTO: “praticamente ai primi del 2007 tutto l’iter procedurale sarà esaurito e ci saranno le condizioni per partire, anche se simbolicamente si può dire che i lavori sono già cominciati con il restauro della “Vecchia Dogana”.
     
     
    GEOFOR:  Quanto successo a Geofor è grave soprattutto per la credibilità della raccolta differenziata. C’è il rischio di buttare a mare il lavoro positivo fatto in questi anni. Per questo intanto bisogna anche pensare al rilancio del servizio della raccolta differenziata. Certo che se Geofor vorrà partecipare con possibilità di successo alla gara di affidamento del servizio, necessaria per costruire un vero ed efficace sistema di controllo, dovrà cambiare – e molto –  in termini di efficienza ed anche nell’ assetto societario.”
     
    RAPPORTI CON RIFONDAZIONE: “Nel 1998 l’accordo non fu possibile per la situazione nazionale (caduta del governo Prodi) e per significative divergenze programmatiche sul piano locale. In questi anni Rifondazione si è opposta a quasi tutte le scelte di fondo ma negli ultimi tempi ci sono segnali positivi come l’astensione sul bilancio e il dialogo su temi quali il diritto di voto alle amministrative per gli immigrati. E’ quindi possibile pensare ad un percorso finalizzato alla costruzione di una alleanza omogenea a quella del Governo nazionale dell’Unione per il prossimo mandato amministrativo.
    Ovviamente questo percorso è possibile se nelle scelte di merito ci sono atteggiamenti e convergenze costruttive”. 
     
     

     

    SHARE