La favola di Edoardo Goldaniga: dalla D alla Juventus, all’Under 21, passando...

    La favola di Edoardo Goldaniga: dalla D alla Juventus, all’Under 21, passando per il Pisa

    Pisa -

    Il promettente difensore nerazzurro è l'unico calciatore in Lega Pro che parteciperà al raduno della nazionale di Gigi Di Biagio

    SHARE

    Dal sogno alla realtà: in meno di due anni Edoardo Goldaniga è passato dalla serie D alla Juventus. E adesso è arrivata pure la chiamata di Gigi Di Biagio, ct della nazionale Under 21. Il promettente calciatore nerazzurro è l'unico calciatore in Lega Pro che parteciperà al raduno della nazionale minore.

    La favola – «Di arrivare in un club così importante fino a qualche anno fa non l'avrei neanche immaginato» ha dichiarato il giovane difensore, in prestito al Pisa dal Palermo,  dopo che la Juventus a gennaio ha acquistato la metà del cartellino sborsando un milione e mezzo di euro. Proprio con la maglia dei nerazzurri si è messo in mostra: 28 presenze in 30 partite, condite da una rete. Una stagione piena di alti e bassi per i nerazzurri, almeno finora, e con continui cambi alla guida tecnica, ma anche con una costante: Edoardo Goldaniga. Il giovane difensore, nato a Milano il 2 novembre del 1993, è stato il punto fermo di ogni allenatore ed è diventato un punto di riferimento per i compagni. Insomma, un vero e proprio leader.

    Enorme talento – L’ex palermitano è un difensore centrale di grande fisicità, è alto infatti 1.93. A queste caratteristiche abbina doti innate: l’eleganza, una tecnica sopraffina e l’ambivalenza del suo piede: bravo sia con il destro che con il sinistro. Inoltre è ottimo nel gioco aereo e nell’anticipo ed è dotato pure di una buona velocità. Qualità rare per un difensore. Ecco perché il Palermo, la Juventus e Gigi Di Biagio hanno scommesso su di lui, e in lui sono riposte pure le speranze dei tifosi del Pisa di raggiungere la serie B, tramite play off. Adesso sta a Goldaniga non farsi schiacciare dalle aspettative e far sognare gli amanti del calcio e i tifosi italiani.

    Carriera –  Muove i suoi primi passi nel mondo del calcio già in tenera età, ma l'affermazione a livello professionistico arriva nel 2010, quando Goldaniga viene notato dal Pizzighettone, squadra che militava in serie D e che non perde tempo ad assicurarsi le sue prestazioni sportive. Nella squadra della provincia di Cremona gioca per due anni: nella prima stagione colleziona 30 presenze, segnando anche una rete, nella seconda aumenta lo score della sue partite giocate, che diventano 33. Dopo una breve esperienza alla Pergolettese, la società rosanero tessera il difensore centrale, che diventa un perno irrinunciabile della retroguardia palermitana. Nella Primavera diventa un leader, proprio come a Pisa, dove è esploso quest'anno. Il suo enorme talento non è sfuggito alla Juventus, che a gennaio si è assicurata la metà del suo cartellino per un milione e mezzo di euro. E giovedì 24 aprile è arrivata la prima convocazione nella nazionale Under 21 di Gigi Di Biagio.

    SHARE