La storia del Parnàs

    La storia del Parnàs

    Pisa -

    Pisa non dimentica la persecuzione degli ebrei. Ieri la giornata per ricordare l'eccidio Pardo Roques

    SHARE

    Laura Montanari su la Repubblica (in allegato) ripercorre la storia di Pardo Roques, il "Parnàs", che il primo agosto 1944, nella sua casa di Via S. Andrea venne assassinato assieme ad altre 11 persone che si trovavano con lui. 

    Su questo eccidio sono stati scritti due libri. Silvano Arieti con il suo "Parnàs" raccoglie le testimonianze dei sopravvissuti e avvalendosi anche del ricordo personale. Il libro, ristampato dalle Edizioni Ets, è stato presentato giovedì 6 settembre 2012 alla Stazione Leopolda alle ore 17,30, alla presenza di Stefano Arieti, Rita Bruschi, Giovanni Umberto Corsini, Ludovico Galleni, Silvia Panichi. (leggi la scheda del libro)

    Carla Forti ha raccolto le testimonianze e le ha pubblicate insieme ai documenti storici degli atti processuali e non solo relativi alla vicenda e alle storie dei personaggi che l'hanno attraversata. Il suo libro si intitola "Il caso Pardo Roques. Un eccidio del 1944 tra memoria e oblio", edito da Einaudi (leggi l'intervista di Michela Tognetti a Carla Forti).

    I due libri danno anche uno spaccato della città prima e dopo la svolta antisemita del 1938, e prima della Liberazione (leggi la ricostruzione di Michela Tognetti)

    Mercoledì 5 settembre a Pisa la giornata per ricordare le leggi razziali, firmate il 5 settembre del 1938 a San Rossore da Re Vittorio Emanuele III. «Un atto ignobile che vogliamo ricordare» ha detto il sindaco Filippeschi. Le foto delle commemorazioni, le dichiarazioni e la storia delle persecuzioni con l'elenco dei docenti espulsi dall'Università

    SHARE