Litorale, si attivano i nuovi cassonetti automatizzati

    Litorale, si attivano i nuovi cassonetti automatizzati

    Pisa -

    Pisa punta al 65% di raccolta differenziata

    SHARE

    Pisa, 12 aprile 2018 – Il comunicato dell’Amministrazione Comunale – L’attivazione dei cassonetti automatizzati con serratura elettronica sul litorale è l’ultima fase dell’introduzione del nuovo sistema di raccolta dei rifiuti (porta a porta nei quartieri compreso Calambrone e villaggio dei pescatori, cassonetti automatizzati in centro storico e a Marina e Tirrenia) che ha permesso in meno di due anni di passare dal 40% ad oltre il 60% di raccolta differenziata, diminuendo inoltre il totale dei rifiuti prodotti e contrastando la migrazione dei rifiuti. Grazie a questo la Tari è stata già abbassata con diminuzioni dal 2 all’8%. Con quest’ultimo provvedimento si punta ad aumentare ancora la differenziata e a diminuire ulteriormente la Tari.

    Tutti i cassonetti saranno utilizzabili con la tessera elettronica, già distribuita la scorsa estate alle utenze iscritte alla Tari, a partire da lunedì 16 aprile (domenica 15 aprile ultimo giorno di apertura senza tessera) e saranno presenti sul litorale sei assistenti ambientali di Geofor, che controlleranno in maniera itinerante le operazioni di conferimento dei rifiuti presso le varie postazioni, mettendosi a disposizione dei cittadini che avessero bisogno di aiuti e chiarimenti. A partire da lunedì i servizi di rimozione dei rifiuti abbandonati saranno raddoppiati, con due passaggi quotidiani, uno al mattino e uno al pomeriggio, per evitare l’accumulo di rifiuti fuori delle postazioni che si potrebbe verificare nel periodo di rodaggio del sistemaLa situazione verrà costantemente monitorata e, in caso si rendesse necessario, saranno possibili aggiustamenti migliorativi. Così come accaduto nel centro storico di Pisa, frequentato da milioni di turisti l’anno, dove il sistema una volta entrato a regime si è dimostrato efficiente e capace di aumentare la percentuale di raccolta differenziata.

    In totale sono 63 le postazioni di cassonetti automatizzati: a Marina di Pisa 12 sono interrati e 13 fuoriterra. A Tirrenia invece sono 38 tutti fuori terra. Cassonetti e torrini saranno uguali a quelli già presenti in centro storico a Pisa. Ogni postazione, sia interrata sia fuori terra, ha almeno 5 contenitori di differenti tipologie: marrone per i rifiuti organici, verde per il vetro, bianco per la carta, blu per il multimateriale leggero (imballaggi in plastica, lattine, barattoli e cartoni per bevande) e grigio per i rifiuti indifferenziati. Per gettare i rifiuti è sufficiente schiacciare il pulsante di accensione del cassonetto, passare la tessera e poi aprirlo con la maniglia o con la pedana. Lo svuotamento dei cassonetti avviene tramite speciali mezzi.

    Con la sostituzione dei nuovi cassonetti automatizzati è inoltre aumentata la volumetria a disposizione per il contenimento di tutte le categorie di rifiuti: per la carta sono a disposizione 78.000 litri in più rispetto ai vecchi cassonetti; per il multimateriale la volumetria è aumentata di 33.000 litri, per l’organico di 56.900 litri, per il vetro di 37.200 litri e per l’ indifferenziato di 122.800 litri.

    Per i turisti: chi sta in affitto, deve ricevere (in via temporanea) la card elettronica dal proprietario di casa, insieme alle chiavi dell’abitazione. Chi sta negli alberghi o nelle altre strutture può utilizzare i cassonetti messi a disposizione da queste. Per chi frequenta il litorale solo per una giornata: se sta negli stabilimenti balneari può gettare i rifiuti nei raccoglitori della differenziata messi a disposizione dalle strutture, mentre sul lungomare, per chi fa la passeggiata, sono posizionati cestini dei rifiuti ogni 20-30 metri su tutto il litorale.

    La tessera è assegnata in duplice copia tutti i titolari di un’utenza Tari e rappresenta una chiave personale il cui codice univoco identifica la singola utenza. In occasione delle distribuzione delle tessere fatta tra maggio e giugno del 2017 sono emerse 253 utenze fantasma che non erano ancora iscritte alla Tari e usufruivano del servizio di raccolta dei rifiuti senza pagare alcuna tariffa. Nel caso di case che vengono affittate per il periodo estivoa turisti, sarà cura del proprietario consegnare agli inquilini estivi una copia della tessera, insieme al depliant informativo fornito da Geofor, per spiegare le modalità di conferimento dei rifiuti e il funzionamento dei cassonetti automatici. Chi fosse ancora sprovvisto della tessera o l’avesse smarrita, può farne richiesta presso l’Ecosportello Geofor aperto presso l’URP del Comune di Pisa a Palazzo Pretorio, Lungarno Galilei 43, aperto dal lunedì alvenerdì con orario dalle 9 alle 12, tel. 050.910666. Per ricevere ulteriori informazioni, è attivo il numero verde 800.981.212; mentre per chi dovesse effettuare nuove iscrizioni o modifiche alla propria posizione Tari occorre recarsi alla Sepi, in via C. Battisti 53 (attivo il numero verde 800.432.073).

    SHARE