Operazione commercio sicuro: la Municipale scopre deposito di merce contraffatta

    Operazione commercio sicuro: la Municipale scopre deposito di merce contraffatta

    Pisa -

    Sequestrate 150 borse

    SHARE

    Pisa, 14 settembre 2018 – Prosegue l’operazione commercio sicuro a Pisa unitamente alla lotta al degrado da parte della Polizia Municipale, soprattutto nell’area più turistica della città. Negli ultimi giorni, dopo un’attività di pedinamento nei confronti dei venditori abusivi che precedentemente stazionavano in Via Vecchia di Barbaricina, gli agenti che prestano solitamente servizio nell’area monumentale, avevano notato strani movimenti e un continuo via vai nel parcheggio cui si accede da via Niccolini. Nelle prime ore della mattina di mercoledì, gli agenti sono entrati nell’area del parcheggio, perlustrandola da cima a fondo, senza però trovare  nulla di interessante. Per niente convinti di come la situazione si presentava, hanno perfino pensato di rovesciare i cassonetti dell’immondizia, l’unico posto dove ancora non avevano messo le mani. Dai cassonetti è uscita logicamente tanta spazzatura, ma non solo: in più cassoni, sotto i sacchetti dell’immondizia, gli agenti hanno trovato oltre 150 borse, tutte  contraffatte, di varie marche e diversi modelli, avvolte in  involucri di nylon, e una decina di portafogli.

    Dopo i numerosi sequestri effettuati sulle spiagge durante tutta l’estate, l’operazione commercio sicuro sta proseguendo con controlli e attività investigativa senza sosta: nell’ultimo mese di attività sono stati sequestrati 900 giocattoli  senza marchio CE, già distrutti in quanto nocivi per la salute e pericolosi per i bambini, a due attività commerciali che sono state sanzionate con un verbale da 6.000,00 euro ciascuna.

    Un minimarket in pieno centro è stato sorpreso a vendere alcolici dopo le 24. E qui è scatta una sanzione da 6.667 euro. Ma non è finita. A breve l’esercizio verrà chiuso per 30 giorni. 11 sono i verbali redatti per occupazione abusiva di suolo pubblico e due sono i centri estetici  chiusi perché  completamente abusivi.

    Da segnalare poi 17 sequestri di letterine, dispositivi per selfie, ombrelli e altri prodotti vari, tutti in centro storico. Non sono mancati i DASPO: 3 sono quelli che la polizia municipale  ha posto in essere nelle aree pedonali cittadine per commercio abusivo ed uso improprio di suolo pubblico. Per finire, sono stati identificati e segnalati 27 soggetti pericolosi in zona stazione e sull’asse pedonale del nostro centro storico.

    “Un ringraziamento alla Polizia Municipale per l’esito ottimale di tale operazione condotta con grande abilità – dichiara l’assessore alla sicurezza Giovanna Bonanno – che ha portato ad un ulteriore successo nel contrasto al fenomeno del commercio abusivo. L’operazione è stata eseguita nella zona monumentale, oggetto di presidio fisso delle Forze dell’ordine da ormai due mesi, ovvero dal nostro insediamento, e segue di poco la riapertura di Via Vecchia Barbaricina, proprio per debellare il fenomeno del commercio abusivo in zona. Oggi è  stata compiuta questa brillante operazione della Municipale grazie ad un’attività investigativa portata avanti per diversi giorni”.

    “La lotta al commercio abusivo – prosegue Bonanno – sta portando i suoi frutti. Non ci fermeremo. Continueranno i controlli serrati nella zona Duomo ed in tutte le altre zone della città per contrastare tale fenomeno, ma soprattutto quelli legati alla microcriminalità utilizzando lo strumento dei Daspo”.

    sequestro merce

    SHARE