Parte il Pisa Mover, cambia la sosta in città

    Parte il Pisa Mover, cambia la sosta in città

    Pisa -

    Come risparmiare tempo e denaro. Stalli blu in centro: primi 20 minuti gratuiti. Sconti per i residenti dell'area pisana

    SHARE

    Dal 1° marzo entreranno in vigore i nuovi provvedimenti per la sosta in città che preannunciano l'avvio del Pisa Mover. Anche i residenti degli comuni dell'area pisana (Cascina, Calci, San Giuliano, Vicopisano e Vecchiano) potranno fare il Pisa Pass e quindi avere lo sconto del 25% sui parcheggi. Per i non residenti i parcheggi aumentano del 25%. Per le aree commerciali del centro (piazza Carrara, lungarni, eccetera) i primi 20 minuti di sosta saranno gratuiti. Abbonamenti annnuali per il parcheggio dei residenti sulle strisce blu vicino a casa: sconti sulle zone A1 e A2 che passano da 74 euro a 30 e 50, mentre le zone B1 e B2 prima gratuite passano a 20 euro. La mappa delle zone su www.pisamo.it. Da lunedì si potranno fare i Pisa Pass. 1400 posti auto del Pisa Mover: a 2,50 euro sosta giornaliera tra le 6 e le 24 e biglietto andata e ritorno per la navetta elettrica stazione aeroporto

    L'assessore alla mobilità Giuseppe Forte ha illustrato le novità e ha aggiunto: «Con l'app per il parcheggio i negozi potranno attivare promozioni speciali per i clienti», ad esempio pagare tutta o una parte della sosta in caso di acquisti. «Sono provvedimenti che spingono a cogliere il vantaggio del Pisamover con i suoi 1400 posti dei parcheggi scambiatori a servizio di Pisa Sud – spiega il sindaco di Pisa Marco Filippeschi – Inoltre tutti i proventi della sosta saranno utilizzati per migliorare le infrastrutture e promuovere i nuovi sistemi»

    Pisa 8 febbraio 2017Il comunicato dell'Amministrazione Comunale – Una piccola rivoluzione investirà il sistema dei parcheggi in città. L’occasione della entrata in funzione del People Mover, prevista nelle prossime settimane, è stata lo stimolo a rivedere alcune misure. Gli obiettivi di fondo che il Comune di Pisa si è dato in questi anni sono semplici ma allo stesso tempo indispensabili: ridurre l’uso dell’auto privata in aree urbane e ridurre il tempo che i cittadini passano in auto solo per cercare un parcheggio. Di conseguenza si riducono i costi per gli automobilisti (meno benzina, meno rischio di incidenti, meno oneri per la sosta) e per la collettività (meno inquinamento, più sicurezza per pedoni e ciclisti).

    L’ultimo cambiamento rilevante è stato effettuato nel 2009 con la introduzione della Pisa Pass e la differenziazione delle tariffe della sosta tra residenti e non residenti. In quell’anno furono aumentate le tariffe per i non residenti e diminuite quelle per i residenti possessori di Pisa Pass.
    Dopo 8 anni e con il sistema ormai assestato, visto che sono oltre 30mila le Pisa Pass distribuite, è giunto il momento di fare ulteriori passi avanti.

    Ecco le principali novità che entreranno in vigore a partire dal primo di marzo:
    – nessun aumento delle tariffe di sosta per i residenti a Pisa dotati di Pisa Pass; ricordiamo che la Pisa Pass può essere attivata già adesso anche dai domiciliati equiparati ai residenti (ad esempio studenti fuori sede);
    – estensione dei benefici legati alla Pisa Pass a tutti i residenti dei comuni dell’area Pisana (Vecchiano, San Giuliano Terme, Calci, Vicopisano e Cascina): chi si doterà di questo strumento pagherà quindi le stesse tariffe dei residenti a Pisa;
    – incremento medio del 25% delle tariffe su strisce blu per gli altri.
    Ad esempio:
    – nelle zone dove adesso i residenti pagano 0,45€ l’ora e i non residenti 0,60€, i residenti continueranno a pagare 0,45€ e la stessa tariffa si applicherà ai residenti nei comuni dell’area; per gli altri la tariffa sale a 0,75€
    – dove adesso i residenti pagano 0,90€ l’ora e i non residenti 1,35€, i residenti continueranno a pagare 0,90€ e la stessa tariffa si applicherà ai residenti nei comuni dell’area; per gli altri la tariffa sale a 1,60€
    – nelle zone più vicine al centro, dove adesso i residenti pagano 1,35€ l’ora e i non residenti 2€ si introducono due novità a favore dello shopping e cioè la gratuità dei primi 20 minuti di sosta e l’incremento progressivo della tariffa per incoraggiare una maggiore rotazione; i residenti a Pisa e nei comuni dell’area pisana pagheranno 1,35€ la prima ora (dopo i primi 20 minuti gratuiti) e 2 euro le ore successive; gli altri pagheranno 2,50€ la prima ora (dopo i primi 20 minuti gratis) e 3,50€ le ore successive.

    I proventi della sosta sono legati a politiche di miglioramento della mobilità urbana insieme a investimenti e manutenzioni sempre per la mobilità.

    L’avvento del People mover è un punto di svolta poiché per i tanti pendolari che raggiungono Pisa in auto per studio o per lavoro sarà decisamente più conveniente parcheggiare presso i grandi parcheggi scambiatori alla stazione intermedia sul’Aurelia, prendere il People mover e in pochissimi minuti giungere in centro. Chi giunge a Pisa tramite la Fipili, l’autostrada o l’Aurelia avrà questo grande vantaggio. Chi proviene invece da nord continuerà ad avere a disposizione le due grandi aree di scambio in via Pietrasantina e via Paparelli. Le tariffe del People mover saranno molto convenienti: con 2,50€ si potrà parcheggiare l’auto per una intera giornata (18 ore) più andata e ritorno del People mover; con agevolazioni consistenti per chi adotta il car pooling. Saranno previsti abbonamenti mensili, ancora più convenienti. L’obiettivo di fondo è davvero realistico: ridurre il numero di auto in ingresso in città, adesso giunte all’incredibile numero di 68mila al giorno.

    Una novità che sarà introdotta nei prossimi mesi riguarda anche i due parcheggi adesso gratuiti di via da Morrona e via Guadalongo. La gratuità di questi due spazi ha un deciso effetto negativo dovuto al grande via vai di auto che, nella speranza di trovare un parcheggio gratuito, creano un traffico improprio nel quartiere San Marco e sul ponte della Vittoria. Tali aree diventeranno a pagamento con gratuità per i residenti nei quartieri interessati. Questa misura è adottata per favorire quindi il parcheggio dei residenti e alimentare una maggiore rotazione anche a carattere commerciale. In particolare per lungarno Guadalongo, dopo una rigenerazione urbana complessiva, le tariffe saranno uguali a quelli della area di riferimento con una fascia di gratuità per tutti dalle 17 in poi (quindi il pagamento è dalle 8 alle 17). Per via da Morrona è in corso una verifica con la proprietà attuale dell’area (Ferrovie dello Stato) ed è inclusa in un progetto complessivo che riguarda tutte le aree ferroviarie dismesse o sottoutilizzate. In attesa di questa trasformazione urbanistica l’area rimarrà a parcheggio ma a pagamento, con le stesse tariffe del quartiere San Marco non appena sarà trovata una soluzione operativa con le ferrovie dello Stato.

    Un’ulteriore innovazione riguarda il metodo di pagamento. Nei prossimi mesi è prevista una campagna di comunicazione incisiva per stimolare l’utilizzo della App Tap & Park. Con questa App già adesso i possessori di Pisa Pass possono pagare tramite il cellulare, evitando l’uso talvolta scomodo dei parcometri. Tramite la App ad esempio è possibile controllare la scadenza della sosta, prolungandola senza dover recarsi alla propria auto a sostituire il tagliando. A queste caratteristiche, su proposta delle associazioni di rappresentanza di commercianti e artigiani, sarà studiata nei prossimi mesi una novità a favore di chi farà acquisti nei negozi del centro: gli esercizi aderenti potranno ricaricare sulla App una parte o tutta la cifra spesa per il parcheggio.

    L’insieme delle misure ha quindi come obiettivi principali quelli di diminuire il carico di traffico in area urbana favorendo l’uso dei parcheggi scambiatori, agevolare i residenti a parcheggiare nei propri quartieri gratuitamente e in modo scontato nel resto della città, introdurre strumenti a favore dei residenti dei comuni dell’area pisana, stimolare una maggiore rotazione nei parcheggi più vicini al centro favorendo così lo shopping.

    Contestualmente all’entrata in vigore del People Mover verrà rivisto il percorso della Lam Rossa che non farà più il percorso Stazione/Aeroporto. Allo stesso tempo verrà incrementata la frequenza dalla Linea 2 per soddisfare in modo adeguato gli abitanti del quartiere San Giusto. Altre novità sulle linee bus saranno introdotte a giugno per risolvere alcune criticità emerse: una maggiore penetrazione nel quartiere San Marco, una maggiore regolarità della Lam Rossa, una maggiore affidabilità e puntualità delle linee verso Pisanova e Cisanello.

    Pisa Pass: cos’è e come richiederlo – Pisa Pass è la tessera con codice elettronico che si espone sulla macchina e permette di avere sconti sulla sosta. Serve anche a chi usufruisce degli abbonamenti per l’ingresso in ZTL o per la sosta nelle ZSC (ossia per i residenti nei quartieri che possono parcheggiare gratuitamente sulle strisce blu nei pressi della loro residenza o domicilio). Come si richiede – Basta recarsi presso gli uffici di Pisamo alla Sesta Porta in via Battisti 53, portando insieme al documento d’identità anche una copia del documento di circolazione delle macchine di cui si vuole chiedere il permesso. Gli sportelli sono aperti lunedi, mercoledi e venerdi dalle ore 8 alle ore 12. Martedi e giovedi dalle ore 8 alle ore 12 e dalle ore 14.30 alle ore 17.30.

    SHARE