Reddito d’inclusione: come fare domanda

    Reddito d’inclusione: come fare domanda

    Pisa -

    Code anche all'Urp del Comune di Pisa, 109 richieste in quattro giorni

    SHARE

    Reddito d’inclusione: da venerdì 1 dicembre in tutta Italia le famiglie bisognose possono richiedere il nuovo aiuto previsto dal Governo. Ne ha diritto chi si trova in difficoltà economiche con Isee inferiore ai 6mila euro, bassi patrimoni e presenza all’interno del nucleo familiare di un minorenne, oppure di ultra55enne disoccupato, o di una persona con disabilità o di una donna in stato di gravidanza.

    Il contributo economico mensile, da un minimo di 187,5 euro a un massimo di 485,4 euro al mese fino ad un massimo di 18 mesi, sarà erogato con una speciale carta di pagamento elettronica. Sarà attivato un progetto personalizzato di inclusione sociale e lavorativa volto al superamento della condizione di povertà, predisposto dai servizi sociali della Società della Salute zona Pisana, che la famiglia dovrà dimostrare di seguire per continuare a percepire il contributo.

    Informazioni utili con tutte le indicazioni precise sul sito del Comune di Pisa e sul sito del Ministero del lavoro e delle politiche sociali

    In quattro giorni, già 109 le richieste arrivate al Comune di Pisa all’ufficio Urp di Palazzo Pretorio, aperto tutte le mattine dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30, martedì e giovedì anche il pomeriggio dalle 15 alle 17. Bisogna portare il modulo compilato completo di tutti gli allegati scaricabile qui. In alternativa è possibile inviare la richiesta tramite indirizzo di posta elettronica certificata a comune.pisa@postacert.toscana.it specificando nell’oggetto “RICHIESTA CARTA REI” o con raccomandata AR indirizzata a Protocollo generale lungarno Galilei 41, 56100 Pisa

    Le tempistiche – Il Comune raccoglie la domanda, verifica i requisiti di cittadinanza e residenza e la invia all’Inps entro 15 giorni lavorativi dalla ricezione. L’Inps, entro i successivi 5 giorni, verifica il possesso dei requisiti e, in caso di esito positivo, riconosce il beneficio e invia a Poste Italiane la disposizione di accredito. Poste emette la Carta REI e tramite lettera invita il beneficiario a recarsi presso qualunque ufficio postale abilitato al servizio per il ritiro. Prima di poter utilizzare la Carta, il titolare dovrà attendere il PIN, che gli verrà inviato in busta chiusa presso l’indirizzo indicato nella domanda.

    R.Z.

    SHARE