Rifiuti: scoperti 104 furbetti che non pagavano la Tari

    Rifiuti: scoperti 104 furbetti che non pagavano la Tari

    Pisa -

    Grazie alla consegna in corso delle tessere elettroniche agli abitanti del centro

    SHARE

    Continua la consegna delle tessere magnetiche per i nuovi cassonetti automatizzati del centro storico di Pisa che per il momento rimarranno utilizzabili liberamente fino a che questa operazione di distribuzione non sarà completata.

    Contemporaneamente a questa operazione, è in corso d’opera l’aggiornamento della banca dati degli utenti, che ha permesso, tra l’altro, di individuare 104 utenti che non pagavano la Tari che ora sono stati censiti e dotati di quanto necessario per gestire i propri rifiuti.

    L’introduzione della raccolta tramite cassonetti automatizzati rappresenta un cambiamento importante per la città e per le abitudini degli utenti. Il nuovo sistema sta entrando a regime, e sono stati applicati alcuni aggiustamenti per venire incontro alle esigenze di residenti e commercianti. Il servizio, costantemente monitorato, sta evidenziando un costante utilizzo dei cassonetti automatizzati, ma è necessario tenere alta l’attenzione sulla qualità di ciò che viene conferito.

    Si raccomanda infatti la massima attenzione nel conferimento del “multimateriale”, ovvero il contenitore dove possono essere collocati i rifiuti degli imballi in plastica, metallo e banda stagnata (lattine, buste di plastica, contenitori per succhi di frutta, bottiglie in plastica, ecc.).

    Attualmente, sono state consegnate tessere a circa 5000 utenze, mentre a circa 1200 utenti, non rintracciati presso le proprie abitazioni,  è stato consegnato l’avviso che invita ad attivarsi per poter poi essere in grado di conferire i propri rifiuti presso i cassonetti elettronici. Si ricorda infatti che quando la distribuzione delle tessere sarà completata, dopo la fine di Aprile, queste saranno necessarie per aprire i nuovi cassonetti automatizzati. Le consegne e il censimento, presumibilmente, interesseranno anche il mese di Aprile. (fonte Geofor)

    Leggi ancheCassonetti interrati in centro e porta a porta nei quartieri, la differenziata balza al 58%

     

    SHARE