Sicurezza urbana, passi in avanti

    Sicurezza urbana, passi in avanti

    Pisa -

    Ex-Draga e Torri di Bulgarella verso una conclusione positiva

    SHARE

    Le cose che un Comune può ragionevolmente fare per la “sicurezza urbana” dei suoi cittadini è pensare all’illuminazione pubblica, al decoro e all’aumento degli organici della Polizia Municipale.

    A Pisa e sul litorale sono in corso i lavori per l’adeguamento, e in alcuni casi, il rifacimento dell’impianto di illuminazione. Mentre c’è stato un investimento l’adeguamento degli organici del Vigili Urbani. La partecipazione poi del Sindaco ai comitati per l’ordine pubblico con Prefetto e Questore serve a rappresentare i bisogni e il punto di vista e gli allarmi dei cittadini.

    Una funzione importante è quella di rendere inaccessibili o demolire o recuperare strutture fatiscenti, anche private, lasciate inutilizzate dalla lunga crisi economica, che diventano rifugio di spacciatori e di sbandati. Questo è il caso dell’ex Draga diventata, dopo il fallimento dei proprietari, un rudere mal frequentato. Lunedì il Comune ha annunciamo la ripresa dei lavori che porteranno alla realizzazioni di 20 appartamenti con affaccio su un Lungarno Guadalongo, anch’esso a suo tempo rifugio di malintenzionati, ora recuperato con asfaltatura, illuminazione nuova e pista ciclabile. Grande la soddisfazione dei residenti del Portone.

    Solo negli ultimi tempi, per la sicurezza urbana il Comune ha dato il via al recupero dell’area ex Galazzo, della terrazza Belvedere a Tirrenia, dell’abbattimento dei ruderi della Fornace in via di Viaccia, della tamponatura dell’ex OM a San Giusto. Senza dimenticare che la ex area industriale di Porta a Mare è tutta recuperata con l’eccezione dell’ex Piaggio per la quale sono però ben avviate le trattative per il recupero. Mentre sono stati consegnati questa mattina da Bulgarella agli uffici comunali, gli ultimi documenti necessari alla ripresa dei lavori per terminare le torri. Se tutto a posto il Comune avvierà la conferenza dei servizi, firmerà la convenzione per la quale Bulgarella ha già presentato regolare fidejussone, e quindi rilascerà il permesso a costruire, questo necessario per la ripresa dei lavori

    Mo’ che il tempo si avvicina

    SHARE