«Solidarietà alle forze dell’ordine che lavorano per la legalità e la sicurezza»

    «Solidarietà alle forze dell’ordine che lavorano per la legalità e la sicurezza»

    Pisa -

    Così il sindaco Filippeschi sulla vicenda che ha visto i finanzieri aggrediti dagli abusivi

    SHARE

    Pisa 12 agosto 2017 – La dichiarazione integrale del sindaco Filippeschi – «Pieno consenso all'azione di contrasto dell'abusivismo e solidarietà della città ai finanzieri che sono stati accerchiati, aggrediti e feriti e ai militari che sono accorsi a difenderli. Gli aggressori vanno individuati e puniti per i reati commessi».  Così il sindaco di Pisa Marco Filippeschi, che ha contattato il vicecomandante della Guardia di Finanza per esprimere solidarietà e per sincerarsi delle condizioni dei finanzieri aggrediti, commenta i fatti accaduti in via Vecchia di Barbaricina: «Siamo vicini alla Guardia di Finanza che con queste azioni mette in pratica gli indirizzi decisi in modo unanime nel Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza. E' assolutamente intollerabile e inammissibile l'atteggiamento violento, di sfida, degli abusivi. Non è la prima volta che si registra, purtroppo – sottolinea il Sindaco – e anche vigili e vigilesse della Polizia Municipale hanno dovuto subirlo. Non ci possono essere prepotenti impuniti o zone franche dove non valgono le leggi. Ciò vale per i dintorni di piazza del Duomo, che, come ogni importante complesso munumentale che attrae milioni di turisti, calamita l'abusivismo. Ma vale anche per i parcheggi dell'Ospedale e del centro e per le aree dei mercati ambulanti». «Ripeto che da tempo non si tratta più di fenomeni spontanei, ma di vere e proprie organizzazioni che vivono d'illegalità e sfruttamento. Dunque serve tutto il rigore della legge – aggiunge Filippeschi – e si deve colpire, con nuove azioni preventive, dando continuità al contrasto, la rete che alimenta l'abusivismo di strada. Alcune operazioni hanno dimostrato come Pisa sia uno snodo dell'approvigionamento di merci contraffatte. Dobbiamo dare il massimo d'impegno coordinato di tutte le forze per ostacolare e vincere questi sistemi illegali che generano concorrenza sleale alle attività lecite e che squalificano luoghi preziosi e delicati, già soggetti alla pressione del congestionamento prodotto da grandi flussi di turismo o di utenza dei nostri grandi servizi».

    Il comunicato della Questura di Pisa – Nel pomeriggio di venerdì 11 agosto alle ore 16.30 circa, nel corso di un servizio finalizzato al contrasto alla contraffazione in prossimità di piazza dei Miracoli, una squadra di militari della Guardia di Finanza, che stava operando con personale in borghese ed in divisa numerosi sequestri di borse e occhiali con marchi contraffatti, ha fronteggiato circa una ventina di ambulanti senegalesi in via Vecchia Barbaricina che hanno improvvisamente tentato di sottrarsi alle operazioni di identificazione. Approfittando della superiorità numerica gli stranieri hanno tentato di rientrare in possesso del materiale in fase di sequestro, arrivando anche allo scontro fisico con gli operatori. Nel corso di un breve contatto tre Finanzieri hanno infatti riportato alcune contusioni guaribili in giorni sette di prognosi ciascuno.
    Il servizio è stato portato a termine nonostante il numero degli ambulanti fosse minuto dopo minuto pericolosamente in aumento poiché richiamati dai connazionali che inveivano veementemente contro i militari. Nell’immediatezza sono intervenuti in ausilio anche i militari dell’operazione “strade sicure” che affiancano le forze di Polizia lungo il percorso turistico unitamente ad una pattuglia della squadra mobile. Anche al seguito del sopraggiungere delle autopattuglie di Polizia e Carabinieri immediatamente giunte sul posto, gli ambulanti si sono dileguati.  Sono stati comunque identificati nei pressi di via vecchia di Barbaricina una decina di soggetti che potrebbero aver partecipato ai fatti esposti. Il Questore Alberto Francini ha inteso immediatamente manifestare la solidarietà al Comando Provinciale della Guardia di Finanza recandosi in ospedale per verificare le condizioni di salute dei tre Finanzieri, accompagnato dal Comandante Provinciale e dal Comandante della Compagnia di Pisa della Guardia di Finanza.
    Nel corso del servizio sono state comunque recuperate diverse centinaia di borse contraffatte e occhiali delle marche più prestigiose. In zona Piazza dei Miracoli e percorso turistico fino al parcheggio scambiatore, quotidianamente sono impiegate in maniera continuativa, sulla base di una ordinanza del Questore, circa dieci pattuglie tra Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia Municipale e Esercito Italiano.

    SHARE