Stazione Marconi a Coltano, iniziata la seconda fase della messa in sicurezza

    Stazione Marconi a Coltano, iniziata la seconda fase della messa in sicurezza

    Pisa -

    Installata la recinzione, adesso la rimozione di travi pericolanti e amianto

    SHARE

    È partita oggi, lunedì 26 febbraio, la seconda fase dell’intervento di bonifica e messa in sicurezza della stazione Marconi di Coltano. Gli operai hanno montato la recinzione di cantiere, seguirà la rimozione di tutti i pericoli interni alla struttura, dalle travi pericolanti ai rampicanti e anche dell’amianto recentemente scoperto. Per questi lavori la ditta Euroambiente, incarica dal Comune per un investimento di 47mila euro, si avvarrà dell’aiuto della ditta Itaf Srl di Pistoia e della ditta Selin Srl di Calenzano

    L’intervento in corso è propedeutico al recupero del monumento. Solo dopo la messa in sicurezza infatti geometri e architetti potranno entrare per prendere le misure ed elaborare un progetto definitivo di restauro. Nelle scorse settimane si è conclusa la prima fase dei lavori (iniziata il 29 gennaio), rallentati da pioggia e terreno bagnato: la bonifica esterna di 3000 metri quadrati con circa 5 tonnellate di materiale portato via

    I lavori sono possibili grazie al fatto che il demanio, dopo anni di richiesta, ha passato la concessione al Comune, seppure temporanea per due anni. Una volta elaborato un progetto definitivo di restauro, il Comune potrà chiedere al demanio la concessione del bene a titolo definitivo per trasformarlo in un ‘Museo della Radio dedicato a Marconi

    Leggi ancheLa storia della stazione Marconi a Coltano

    SHARE