Una nuova mappa per scoprire Pisa

    Una nuova mappa per scoprire Pisa

    Pisa -

    Un’immagine unica per la città, 5 percorsi culturali, l’eleganza grafica e la ricerca delle antiche carte storiche

    SHARE

    Una carta turistica della città senza tempo, con 5 percorsi che ci portano verso le destinazioni culturali più significative del centro. Non ci sono pubblicità e la grafica è ricercata, in stile con le antiche mappe storiche. La pianta di Pisa disegnata dagli architetti Maurizio Andruetto e Monica Deri è stata presentata venerdì pomeriggio dall’assessore alla cultura Andrea Ferrante e dalla dottoressa Mariagiulia Burresi e dal professor Ilario Luperini. Sono intervenuti anche gli autori. Con il patrocinio del Comune di Pisa, la carta è edita da ANDRERI snc, costituita dai due professionisti pisani per promuovere l’interesse turistico per la città.

    «E’ una pubblicazione che fa riflettere sull’identità di Pisa – dice l’assessore Ferrante – sulla ricerca di una ricomposizione tra presente e storia. E’ una mappa attuale che colpisce per la capacità sintetica di rappresentare l’unitarietà della città. Non è solo una guida per il turista, può anche essere anche un memorandum per il cittadino». «Questa mappa – sottolinea la dottoressa Burresi – è uno strumento agile e completo di tutti i dati e delle informazioni utili al turista secondo itinerari cromatici diversi, con una carta dettagliatissima e una grafica che non stanca». « Una carta con una grande valenza formativa – aggiunge il professor Luperinici fa cogliere il filo rosso della storia della città e può accompagnarci anche sul percorso delle mura. Gli itinerari proposti danno informazioni fondamentali su Pisa e sui criteri di espansione della città». «Il nostro lavoro – dicono gli autori Andruetto e Deri – ci ha portati a una conoscenza profonda e passionale di Pisa e ci ha stimolati a cercare un progetto di valorizzazione e promozione del suo territorio. Questa carta è il nostro primo prodotto», già acquistabile al costo di 3 euro presso il punto informativo in Piazza dei Miracoli e in alcune attività commerciali, librerie e strutture alberghiere pisane.

    Lo studio Andruetto Deri ha da sempre contatti con storici dell’arte e si è impegnato in opere di restauro nel centro storico, che hanno richiesto importanti approfondimenti sulle origini delle strutture. «Negli anni abbiamo raccolto molti materiali, che hanno avuto necessità di editoria. Ci è venuta allora l’idea e la voglia di aprire una nostra casa editrice». Nel formato di cm. 23 x 10,5 la mappa firmata Andruetto-Deri è stampata su carta riciclata “patinata Cyclus gr 90”. Sul fronte riporta la pianta del centro storico che evidenzia i percorsi di Santa Maria, San Francesco, Kinzica, Lungarni e Mura; sono state inoltre inserite tre mappe in scala più ampia con un sesto percorso territoriale. Sul retro si raccontano gli edifici, con immagini e didascalie descrittive. «Non abbiamo pensato a una scadenza – Andruetto Deri – questa carta non ha un tempo e potrebbe divertirci dare caratteri diversi al nostro prodotto: quello retrò, con stampa su carta anticata; quello moderno, con stampa su carta lucida e patinata; addirittura lo stile fashion, se la pianta fosse proposta su tessuto». Di prossima realizzazione anche una mappa dedicata ai soli lungarni: «Nasce dall’amore per la città e per il fiume che la arricchisce in maniera così singolare. Già nell’800 si veniva a Pisa per visitare la Piazza dei Miracoli e i lungarni. Con questo lavoro abbiamo cercato di valorizzare uno scenario unico e poetico, con una “guida” che accompagni i turisti in una piacevole passeggiata lungo fiume».

    Lo studio Andruetto Deri Architetti Associati – Nato come studio di Architettura, lavora soprattutto sul tema del restauro. Questo tipo di interesse applicato alla nostra città ha portato da un lato ad accrescere le conoscenze storiche-architettoniche su singoli palazzi e i loro interni; dall’altro la passione per le antiche cartografie della Toscana e delle città toscane, l’amore per i viaggi tradotti attraverso altre mappe (Touring) li hanno guidato nella scoperta puntuale della città. E’ così che è nata la voglia, il desiderio di fare qualcosa in prima persona per Pisa. Una mappa informativa, ma non solo, che riassumesse informazioni puntuali ed essenziali, grafica di impatto e che fosse anche bella. Così nel 2016 abbiamo edito la carta-guida di Pisa. Per poter fare questo è nata la casa editrice Andreri snc. Nel 2011 hanno realizzato uno studio su “Pisa città d’acqua”. Successivamente alla realizzazione di questo quaderno, le energie si sono focalizzate sui lungarni pisani, tanto da produrre una nuova carta “La carta dei Lungarni”, che in questa occasione presentiamo in anteprima. Si tratta di una lunga striscia, rappresentata dall’Arno, sulla quale si appoggiano i due lati edificati, il sud e il nord. Un lavoro minuzioso di montaggio e ricerca ha prodotto una carta che verrà stampata fronte retro in quadricromia piegata a fisarmonica in un formato tascabile di cm. 10,5 x 21, dove troveranno posto le singole descrizioni dei palazzi e tutti i luoghi salienti posti sul lungarno.

    SHARE