Ultimo aggiornamento: 23-10-2014 - 18:49
Giovedì 23 Ottobre 2014

Ore 23.50: Arno in crescita, ma sempre sotto la soglia di allerta

Maltempo in Toscana: frane e allagamenti in provincia di Lucca, Siena e Pistoia. Disagi per treni ed elettricità. Lunedì mattina la piena del Serchio: 30 famiglie evacuate e ponti chiusi. A Pisa città tutto ok

Pisa - 21/10/2013

Lunedì 21 ottobre ore 19 - L'Arno è in crescita, a Pisa toccherà il livello massimo nella notte. Sempre sotto la prima soglia di guardia fissata a 4 metri

Ore 15.30 - Ponte di Ripafratta riaperto

Ore 13.45 - Il maltempo ha investito gran parte della Toscana nelle giornate di domenica e lunedì, Pistoia e Lucca le province più colpite. Frane in Gargagnana. Allagamenti nel pistoiese e nel senese. Molti i disagi nella rete ferroviaria in  Lucchesia, Garfagnana e Lunigiana, nel pistoiese e nel bacino senese e grossetano (fonte: Regione Toscana). Per quanto riguarda le rete elettrica nelle ultime 24 ore in Toscana ci sono state 15.925 fulminazioni, con gli operai di Enel impegnati soprattutto in Garfagnana, Litorale, nel senese, nella cintura fiorentina e a Montecatini (fonte: Enel)

In provincia le situazioni più critiche a San Miniato il torrente Egola ha invaso la sede stradale ed è stata chiusa la strada provinciale 39. Chiusa al transito per allagamenti anche la sp 50 (fonte: ANSA). A Volterra vari interventi di pompaggio dei Vigili del Fuoco per straripamento di alcuni fossi

Area pisana e Serchio - La situazione più preoccupante nel pisano è stata quella del Serchio. L'onda di piena nei comuni di Vecchiano e San Giuliano è passata intorno alle 11, 4metri di altezza e 1500 metri cubi al secondo di portata. Per precauzione sono stati chiusi i ponti e sono state evacuate le famiglie che risiedono nell'area di golena, 14 a San Giuliano e 17 a Vecchiano (fonte - Consorzio di Bonifica Versilia e Massaciuccoli: la situazione dalla Versilia a Vecchiano)

Arno e Pisa - A Pisa città, dove sono caduti 5 mm di pioggia, finora non si registrano problemi. L'Arno rimane sotto la prima soglia di allerta a Pisa, a San Giovanni alla Vena dove sta a 1,35 metri (5metri la prima soglia di allerta) e a Montelupo a 4,65m (5,70m la prima soglia di allerta), mentre prima di Firenze il livello sta già scendendo. Situazione comunque in evoluzione: si stanno alzando gli affluenti di sinistra. La Protezione Civile monitora costantemente i livelli idrici e la pioggia.

L'allerta meteo per pioggia e rischio idraulico, in corso dalle 15 di domenica 20 ottobre, è stata prolungata fino alle 12 di martedì 22 ottobre

Accade in città

Amedeo Modigliani

dal 03/10/2014 al 15/02/2015
La grande mostra a Palazzo Blu

Fare teatro coi detenuti

il 24/10/2014
Armando Punzio e la storia di una utopia realizzata

Arrivano i dinosauri

dal 25/10/2014 al 31/01/2015
Il mesozoico diventa 3d

Navigarte 2014

dal 18/10/2014 al 21/11/2014
NavigAzioni fra danza, musica, teatro e arti

Ultime notizie da...

Aoup - Azienda Ospedaliera-Universitaria Pisana

Oncologia: migliora la terapia medica del cancro del colon-retto

Cnr - Consiglio Nazionale delle Ricerche

Alle Toti, in anteprima un cartone animato sulla navigazione sicura in rete.

Ferrovie dello Stato

FS: sciopero di venerdì, Frecce Trenitalia regolari

Parco Migliarino San Rossore Massaciuccoli

Nominata la prima guardia donna