Ultimo aggiornamento: 19-01-2017 - 15:58
Giovedì 19 Gennaio 2017

Piano nazionale d’azione per l’infanzia e l’adolescenza

Venerdì a Pisa la presentazione in anteprima, atteso il ministro Costa

Pisa - 11/01/2017

Pisa ospiterà la prima presentazione nazionale del Piano Nazionale di azioni per l'Infanzia e l'Adolescenza venerdì 13 gennaio a partire dalle ore 10 presso la Sala delle Baleari di Palazzo Gambacorti. Il documento, redatto dall'Osservatorio nazionale per l'infanzia e l'adolescenza composto da rappresentanti dei Ministeri, delle Regioni, dei Comuni e delle Associazioni, insieme ad esperti sugli argomenti trattati, serve a rendere concreti i principi e i diritti scritti nella convenzione ONU sui diritti dell'infanzia, firmata a New York il 20 novembre 1989.

Ogni Piano redatto viene presentato al Consiglio dei Ministri dal Ministro del lavoro e politiche sociali, ottiene il parere del Garante dell'Infanzia e della Bicamerale Infanzia, e promulgato con decreto del Presidente della Repubblica italiana. Ha una durata di due anni durante i quali viene effettuato un controllo sulla sua attuazione.

Il piano che verrà presentato si struttura su 4 assi portanti: lotta contro la povertà, servizi educativi e scuola di qualità, integrazione a scuola e nella società, sostegno alla genitorialità. Il lavoro di redazione è stato frutto di una collaborazione tra persone con competenze tecniche e politiche trasversali a tutti gli ambiti di governo nazionale  e locale, con l'accompagnamento esperto di soggetti che si occupano specificamente di infanzia e adolescenza. Per ogni categoria sono state predisposte schede di azioni specifiche articolate a partire da un pensiero comune e condiviso, garantito dal Comitato Tecnico-Scientifico di coordinamento.

«Al centro del pensiero comune a tutti i gruppi di lavoro sono state le bambini e i bambini, le ragazze e i ragazzi» riferisce Marilù Chiofalo, Assessora del Comune di Pisa nominata da ANCI nell'Osservatorio Nazionale Infanzia e Adolescenza insieme alle colleghe Maria Grazia Pellerino, già Assessora di Torino, e Annamaria Palmieri, Assessora di Napoli contribuendo al lavoro di redazione con  idee e proposte di ANCI «con la consapevolezza che è nei luoghi di educazione e istruzione innanzitutto che si possono superare le molte fragilità e diseguaglianze alle quali loro sono sottoposti a fronte di una società che dove le povertà culturali e materiali sono aumentate drammaticamente insieme alla frammentazione dei legami di solidarietà. Abbiamo messo cura da una parte sulle questioni molto pratiche, ovvero concepire azioni certe e realizzabili,  finanziabili anche con "semplici" reindirizzamenti di risorse come si fa quando si hanno chiare le priorità. Ci sono già troppi libri dei sogni che rimangono lettera morta, e chi amministra nella trincea dei Comuni conosce l'urgenza e la quantità dei problemi da risolvere i problemi di cittadine e cittadini che si rivolgono al Municipio come primo riferimento. Ma conosce anche la ricchezza e l'ingegnosità delle soluzioni, spesso già nella forma di buone pratiche, che le più piccole comunità locali sanno mettere in atto. Da Pisa sono arrivate molte idee, come ad esempio quelle che ho estratto dalla consultazione con il Tavolo delle Associazioni per la disabilità presso la Società della Salute. Dall'altra, abbiamo sollecitato la necessità di funzionamenti istituzionali diversi, con strumenti per permettano realmente di mettere l'infanzia e l'adolescenza al centro dell'azione di Ministeri nel Governo nazionale e Assessorati regionali e comunali diversi nei Governi locali, in modo pianificato e coerente tra competenze differenti e anche livelli di governo differenti. Questo è essenziale per  superare le diseguaglianze esistenti in diverse parti del Paese, ma anche la troppa frammentazione di risorse, riuscendo invece a massimizzare l'impatto di quelle esistenti e individuare quelle che mancano».

La giornata del 13 gennaio sarà un momento di riflessione sul Piano destinata a persone esperte del settore, ma anche un'occasione di divulgazione  più “agile” in grado di essere compresa anche dai diretti interessati , ovvero i ragazzi e le ragazze. Per loro l'Istituto degl'Innocenti ha predisposto una versione divulgativa del Piano, che sarà distribuita. La giornata è stata organizzata da ANCI con la collaborazione del Comune di Pisa, in modo che intervenissero tutti i soggetti che hanno contribuito alla sua redazione e/o hanno un ruolo nella sua attuazione: Anci, Osservatorio Nazionale Infanzia Adolescenza, Conferenza Stato Regioni, Commissione Bicamerale Infanzia, Istituto degli Innocenti, esperti dell'infanzia.

I lavori sono divisi in due parti. Dopo i saluti del Sindaco di Pisa Marco Filippeschi e l'introduzione di Cristina Giachi Vice Sindaca di Firenze, Presidente Commissione Istruzione, politiche educative ed edilizia scolastica – ANCI, in una prima parte vengono presentati i contenuti del Piano. Vi partecipano:  la partecipazione degli esperti e di tutti i soggetti che hanno collaborato alla redazione; Rosetta Enza Blundo Vicepresidente Commissione parlamentare per l’Infanzia e l’Adolescenza; Annamaria Palmieri Assessora alla scuola e all’istruzione di Napoli rappresentante ANCI Osservatorio Nazionale Infanzia e adolescenza; Mariagrazia Pellegrino Rappresentante ANCI Osservatorio Nazionale per l’Infanzia e l’adolescenza. Lucia Tanti Assessora alle Politiche Sociali, Famiglia, Scuola, Politiche giovanili e Sport di Arezzo; Donata Bianchi Responsabile Ricerca e Monitoraggio Istituto degli Innocenti; Angelo Mari Dirigente generale Presidenza del Consiglio dei ministri;

La seconda parte è dedicata ad una riflessione operativa sugli strumenti e sulla strada da intraprendere per l' attuazione del Piano. Intervengono Sandra Zampa Vicepresidente Commissione parlamentare per l’Infanzia e l’Adolescenza; Cristina Grieco Coordinatrice Commissione Lavoro e Istruzione Conferenza delle Regioni e delle Province autonome; Adriana Ciampa Politiche per l’Infanzia e l’adolescenza Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali; Ermenegilda Siniscalchi Capo Dipartimento per le Politiche della Famiglia; Rosa De Pasquale Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. 

È previsto l'intervento del Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali Franca Biondelli ed è annunciata la presenza del Ministro Enrico Costa.

«Auspichiamo - conclude Chiofalo, che coordinerà o lavori della giornata - che la stessa alleanza culturale e ideale che ha caratterizzato i lavori dell'Osservatorio rendendoli  piacevoli e istruttivi, possa caratterizzare anche il trasferimento delle idee nella pratica quotidiana».

Accade in città

Dalí. Il sogno del classico

dal 01/10/2016 al 19/02/2017
La grande mostra di Palazzo Blu

Auguri Cinema Arsenale

il 20/01/2017
Grande festa per i 35 anni

Teatro della Comunità Pisana

dal 25/11/2016 al 12/05/2017
Cultura e spettacoli in piazza della Stazione

Faccia a faccia con l'altro

dal 19/01/2017 al 03/02/2017
Ritratti dei senza dimora

Ultime notizie da...