I Vigili del Fuoco di Pisa e della Toscana esclusi da un’importante...

    I Vigili del Fuoco di Pisa e della Toscana esclusi da un’importante esercitazione

    SHARE

    Con la presente si vuole mettere in risalto la grave situazione in cui si trovano i Vigili del Fuoco della Toscana.

    Nel mese di Novembre, nell'alta Garfagnana, sarà svolta un'esercitazione riconosciuta e finanziata dalla Commissione Europea, dalla quale i Vigili del Fuoco saranno esclusi. Le motivazioni dell'esclusione del Corpo Nazionale dall'esercitazione in programma sembrano essere di natura economica oltre che formale. Infatti, l'amministrazione Centrale ha fatto sapere di non essere stata informata in alcun modo dal Dipartimento della Protezione Civile dell'iniziativa in programma e che allo stato attuale non disporrebbe comunque di risorse aggiuntive per autorizzare il ricorso a prestazioni straordinarie da parte del personale.

    Conseguentemente il Direttore Regionale V.V.F della Toscana ha informato le Organizzazioni Sindacali Territoriali che i Vigili del Fuoco non potranno partecipare all'esercitazione internazionale in oggetto. A nostro parere, la vicenda costituisce un precedente unico e grave oltre ad indurre importanti riflessioni, anche negli operatori dei Vigili del Fuoco, che per legge 225/92 sono anche operatori di un Corpo che è elemento fondamentale di protezione Civile, ma che sempre più, nei fatti, siano solo sfruttati da essa. Non dimentichiamo, infatti, che i Vigili del Fuoco attendono ancora dal dipartimento della Protezione Civile il pagamento del lavoro svolto in Abruzzo dal Mese di Settembre 2009, confermando nella realtà di essere considerati dallo stesso Dipartimento non l'elemento del sistema di Protezione Civile del Paese.

    L'esclusione dei Vigili del Fuoco dall'esercitazione in oggetto, dopo che gli stessi su convocazione dei Prefetti locali hanno partecipato ai tavoli dell'organizzazione della stessa, deve preoccupare anche per il messaggio negativo che giunge ai lavoratori che, pur in condizioni di grave mancanza di personale e in situazioni di difficoltà finanziarie, hanno sempre fornito la propria disponibilità affinché il servizio reso ai cittadini per la difesa della pubblica e privata incolumità non diminuisse in termini di qualità ed efficienza operativa, contribuendo così a mantenere alta, l'immagine del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, del Ministero dell'Interno e in generale dello Stato di cui garantiscono un servizio esclusivo e di primaria importanza.

     Chiediamo pertanto che sia assunta ogni utile iniziativa affinché i Vigili del Fuoco della Toscana non siano esclusi da tale importante esercitazione che costituisce un'altra possibilità di arricchire la capacità operativa resa dal Corpo e rafforzare la cooperazione tra gli attori coinvolti nelle operazioni di soccorso che in questo caso provengono da numerosi Paesi dell'UE. Certo di una vostra preziosa collaborazione nel divulgare la notizia, v'invio cordiali saluti.

    Il Coordinatore U.I.L. Pisa. V.V.F Mario Gaddini

    SHARE