L’ultimo esperimento del CERN di Ginevra, non fenomeni fisici ma rappresentazioni mentali

    L’ultimo esperimento del CERN di Ginevra, non fenomeni fisici ma rappresentazioni mentali

    SHARE

    Ciò che è stato osservato al CERN di Ginevra ,consiste di un plasma di teorema geometrici e matematici, espressi in numeri cardinali . Questi a loro volta sono costituiti da un gas di numeri ordinali, (la polvere di Cantor " diviene " frattali). A proposito DUNQUE ,della presunta autosufficienza della materia ,affermata dopo gli ultimi esperimenti del CERN di GINEVRA. Siamo semplicemente alle solite tesi ideologiche . Non si tiene conto che l''energia applicata nell''esperimento del CERN è già esistente nell''universo . Quindi la materia non è affatto autosufficiente. Rimane vero semplicemente che nulla si crea e nulla si distrugge . Rimane insoluto infatti ,quali sono le ragioni dell''esistenza dell''energia ? Perché c''è l''energia invece che il nulla ?

    Per approfondire segnalo il sito: il Tachione il dito di Dio. Nel sito www.webalice.it/iltachione si può leggere gratuitamente in rete la teoria unificata dell''universo fisico e mentale, secondo il pensiero sineterico. La tesi fondamentale della teoria afferma che la gravità non è una qualità della materia ma una reazione astratta all''estensione angolare . Pertanto le successive dimensioni spaziali "estendendosi" a partire dal punto mentale,alla retta ,al piano e ai volumi, determinano REAZIONE ANGOLARE GRAVITALE ,all''ipotesi immaginaria di estensione LAMBDA, nello spazio tempo. Pertanto le ragioni invisibili delle apparenze fisiche ,sono astrazioni di teorema matematici. Le apparenze fisiche visibili ai sensi sono simulazioni delle idee della teoria. In pratica non ci sono fenomeni fisici ma solo rappresentazioni mentali dell''osservatore.

    Vincenzo Russo

    SHARE